giovedì 24 agosto 2017

La Festa della Ripresa

A Massa Lombarda
di Rosanna Santagata


Mancano pochi giorni alla nuova edizione della Festa della ripresa (Fdr) a Massa Lombarda.


L’importante appuntamento, che segna l’inizio di tutte le attività della comunità parrocchiale, è fissato al 2 settembre per concludersi il 10 con la sfilata storica e il Palio del timone. Tanti gli appuntamenti in programma. 

Ne citiamo solo alcuni: la prima serata vedrà, alle ore 20,45, la presentazione dell'associazione LIBERA che si sta impegnando in tutta Italia ad innescare e far conoscere, attraverso i propri dibattiti, il tema della legalità; la giornata dedicata alle famiglie, il 3 settembre, con numerosi giochi per i bimbi; la compagnia "Piccolo teatro dell'oratorio" che, il 7 settembre alle ore 21, porterà in scena una commedia dialettale da un testo di Luigi Boni; la rassegna canora "Din don bimbo d'oro" del 9 settembre. 

Variegato anche lo stand gastronomico che offrirà un menù siciliano, l'apprezzatissimo "scoglio", un ricco menù romagnolo. Una curiosità: per l'evento sono stati preparati 240 kg di tortellini. Il laboratorio, della durata di 10 giorni circa, ha visto coinvolte in totale 20-25 "arzdore" espertissime, infaticabili e con spirito di servizio. 

"La Festa della ripresa - evidenzia il parroco don Pietro Marchetti - rischierebbe, senza un obiettivo ben preciso, di essere una sagra come tante altre, ma così resterebbe un contenitore vuoto. 

Il contenuto - continua don Pietro - è fatto prima di tutto di persone, quelle che compongono la nostra comunità e quelle che decideranno di entrare nel campo dell'oratorio". 

L'inno alla carità di San Paolo è stato il punto centrale dell'anno pastorale e, l'avvenimento che la comunità parrocchiale andrà a vivere, "spero possa essere un'occasione - evidenzia don Pietro - per toccare con mano l'accoglienza, la fraternità, la collaborazione, il servizio, la corresponsabilità nello stile della carità, così come ci ha insegnato l'apostolo. Se nella nostra festa non si respirerà quest'aria e non si assaggerà il cibo della carità - conclude il parroco - allora essa non avrà niente di diverso da qualsiasi altra sagra".

Per gli organizzatori, che si sono cimentati nella realizzazione della Fdr, l'esperienza vissuta "continua ad essere un 'bagno' di umanità che non smette di arricchire, perché ogni persona incontrata che si mette in gioco per realizzare la festa insieme, è sempre un grande dono". 

La giornata finale culminerà con la sfilata storica per le vie della città e la 42^ edizione del Palio del timone, dove i quattro quartieri di Massa Lombarda (San Paolo, San Giovanni, Meletolo e Bolognano) si contenderanno l'ambìto premio.

Rosanna Santagata

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento