sabato 5 agosto 2017

La riqualificazione degli edifici del centro storico

Ispezionate le vie Cento e Passamonti


Ieri, venerdì 4 agosto è stato il turno di via Cento e via Passamonti: continua il lavoro di monitoraggio strada per strada per la riclassificazione degli edifici del centro storico di Lugo, che proseguirà fino a settembre.
Il gruppo era composto dal sindaco di Lugo Davide Ranalli, dai tecnici dell’Ufficio di piano dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, i rappresentanti di Confartigianato e Cna e da numerosi tecnici degli ordini professionali di architetti, ingegneri e geometri, tra i quali è in crescita l’interesse per l’iniziativa.

In vista della ridefinizione degli strumenti urbanistici Psc e Rue, c’è la possibilità di rivedere le politiche per il recupero e la valorizzazione degli immobili del centro, compresa anche la classificazione degli edifici storici. Questo consentirà maggiori possibilità di intervento sulle strutture, senza tralasciare, comunque, la sicurezza statica degli immobili e il rispetto del paesaggio urbano.

Le vie Cento e Passamonti contano diversi edifici per i quali sarebbe auspicabile un restauro, motivo per cui l’uscita è stata particolarmente stimolante: è nata infatti l’idea di realizzare una progettazione congiunta tra i professionisti e l’Amministrazione comunale per produrre due “casi tipo” ai quali ispirarsi per i futuri interventi.

L’analisi a vista delle strade permette un’attenta valutazione degli edifici. Sono già state monitorate nei giorni scorsi le vie Mazzini, Mariotti e Foro Boario.

“Siamo davvero fieri di questa iniziativa - ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. L’interesse dei professionisti è in aumento, come dimostrano le presenze in aumento a questi monitoraggi”.

I cittadini interessati possono chiedere un incontro per valutare la classificazione del proprio edificio. 

Per ulteriori informazioni e per richiedere un appuntamento, chiamare l’Ufficio di piano dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna al numero 0545 38356.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento