martedì 5 settembre 2017

Concorso nazionale WIKI Loves Monuments

Nella Romagna Estense 22 luoghi candidati


Proseguirà fino al 30 settembre la quinta edizione di “Wiki loves monuments”, il più grande concorso fotografico digitale al mondo che valorizza attraverso il web i patrimoni artistico-culturali locali.


Tra i partecipanti ci sono anche tre Comuni dell’Unione della Bassa Romagna: Cotignola (con sei luoghi candidati), Lugo (7) e Massa Lombarda (9).

A Cotignola sono in lista il parco Pertini (via Pertini 2), la chiesa e il complesso di San Francesco (via San Francesco 15), la Chiesa del Suffragio (corso Sforza 27), la Torre d’Acuto (corso Sforza 3-7), Palazzo Sforza (corso Sforza 21) e Casa Varoli (corso Sforza 24). I luoghi candidati dal Comune di Lugo sono invece il monumento a Francesco Baracca (piazza Baracca), la meridiana dei popoli (piazza Garibaldi), il Pavaglione (piazza Mazzini), la Rocca Estene (piazza dei Martiri 1), il Teatro Rossini (piazzale Cavour 17), il parco del Loto (via Brignani) e il parco Golfera (via Sammartina). Per quanto riguarda Massa Lombarda, ci sono il Palazzo del Municipio (piazza Matteotti 13), il Palazzo dell'Orfanotrofio (via Bassi 73), il centro culturale “Carlo Venturini” (viale Zaganelli 2), il Museo della Frutticoltura "Adolfo Bonvicini" (viale Amendola 40), il cimitero monumentale (via Cimitero 11), l’ex chiesa di Santa Maria del Carmine (via Rustici 2), il Lavatoio (via Imola 50), il monumento ai caduti (piazza Umberto Ricci) e la Torre dell'orologio (piazza Matteotti).

L’elenco dei luoghi candidati è disponibile al link http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/wlm2017-liste-monumenti-ed-elenco-enti/emilia-romagna/provincia-di-ravenna/.

Promosso da Wikipedia e coordinato da Wikimedia Italia, il concorso “Wiki loves monuments” è aperto a cittadini e turisti che, chiamati a giocare il ruolo di fotoreporter, intendono contribuire a documentare attraverso il web ricchezze culturali e storiche di un territorio specifico.

Tutte le immagini in concorso diventano così patrimonio condivisibile, comune e universale grazie alla loro circolazione in rete con licenza di Creative Commons. Sono in tutto 680 i monumenti “liberati”, cioè resi fotografabili quest’anno in tutta la regione Emilia-Romagna, che partecipa a questa quinta edizione del concorso con l’adesione di ben 88 istituzioni regionali tra Comuni (65), Province (2), Fondazioni (5), parrocchie e Diocesi (5), istituzioni private tra cui musei, gallerie, castelli, associazioni e comunità.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento