martedì 26 settembre 2017

Esercitazioni di pronto soccorso

Durante Rombi di Passione


I motori di “Rombi di passione” sono tornati a Lugo sabato 23 e domenica 24 settembre per la seconda settimana di appuntamenti.




Gli appassionati hanno popolato le piazze del centro storico in occasione della 18esima edizione dell’evento dedicato al mondo dei motori e non solo.

Tra le iniziative in programma nelle piazze del centro storico c’era infatti anche la decima edizione dell’iniziativa “Educazione al primo soccorso”, svolta il 23 settembre e rivolta agli alunni delle scuole medie del comprensorio che, grazie ad alcuni esperti, hanno potuto imparare le prime azioni da mettere in campo in caso di emergenza.

Non sono mancate anche le iniziative dedicate ai motori, come la quarta edizione dell’Endurolls memorial “Sergio Guerra” con motori ausiliari storici “Mosquito” a manche a coppie miste, il carosello di motociclette anteguerra “Le nonne in pista” con una ventina di motori partecipanti e il XVIII Circuito “Francesco Baracca”, rievocazione a carattere non competitivo con in pista un centinaio di moto d’epoca costruite fino al 1980 da competizione e stradali.

All’iniziativa sono intervenuti anche Ayrton Badovini, pilota della Kawasaki della Superbike, Alessandro Wizz e Arianna Lenzi, al rientro dal giro in Kazakistan.

Il ricavato di “Rombi di passione” sarà devoluto in beneficenza all’associazione Avsi per sostenere undici adozioni a distanza

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione “Una passione in moto”, in collaborazione con Romagna circuiti classici e con il patrocinio del Comune di Lugo. 

L’organizzazione ringrazia l’Amministrazione comunale, Ayrton Badovini, Wizz e Arianna Lenzi, Moto Europa, Moto 2000, Trioschi Moto, Ricci ceramiche, Ste.Mi, Enigas, Gigieffe, Utensileria lughese, Smile Cafè, Confindustria Romagna, Motoclub “Francesco Baracca” e Ferrari Club di Lugo.


Ma non si può continuare a tacere che tanti abbiano lamentato livelli insopportabili di inquinamento acustico e dell'aria, bastava frequentare un luogo pubblico, ieri, per sentirne parlare.

ana

Stampa questo articolo

3 commenti:

  1. Per dovere di cronaca l'educazione stradale e l' esercitazione al primo soccorso sono stati possibili grazie al corpo dei vigili dell'Unione dei comuni e alla pubblica assistenza città di Lugo.

    RispondiElimina
  2. Vero, possibile che questa cosa si faccia altrove e non in piazza!
    RT

    RispondiElimina
  3. Accontentare tutti non è possibile... se si spostano gli eventi "rumorosi" dalla piazza, si creerebbe il problema della piazza vuota... questo sarebbe molto degradante per Lugo.

    RispondiElimina