sabato 2 settembre 2017

Gli anziani della Casa Protetta ospiti della Sagra delle Sfogline di Massa Lombarda

Accolti dai volontari della Pro loco hanno potuto gustare un piatto di tagliatelle al ragù

La Sagra delle sfogline, organizzata dalla Pro loco di Massa Lombarda, ha nuovamente aperto le porte agli ospiti della casa protetta “Manuela Geminiani” e alla comunità “Padre Marella” di Massa Lombarda.
Gli ospiti, accolti dal presidente della Pro loco Antonio Falzoni, hanno potuto gustare un piatto di tagliatelle al ragù. Molti anche i famigliari e gli operatori delle strutture che, accompagnando i loro cari, hanno apprezzato sia le pietanze, sia la tradizionale ospitalità della Pro loco.

“Anche quest'anno la manifestazione ha riscosso grande successo confermandosi uno tra gli appuntamenti più attesi del territorio non solo massese - ha dichiarato il sindaco Daniele Bassi -. È bello vedere come, anche davanti a un semplice piatto di tagliatelle, molti rispolverino una memoria fatta di profumi, sapori, emozioni che hanno contribuito a costruire la felicità per molti dei nostri anziani. Un piatto di tagliatelle, come per magia, fa affiorare solo i ricordi belli di una vita vissuta per la propria famiglia, per il proprio lavoro e per la propria comunità. Proprio come l'impegno costante e quotidiano che i volontari Pro loco, Agesci - Gruppo Scuot di Massa Lombarda e Auser, mettono nel dedicare parte del loro tempo ai nostri anziani”.

Il sindaco Bassi, accompagnato dalla vice sindaco Carolina Ghiselli, ha voluto rimarcare inoltre il “lavoro prezioso e costante dei tanti volontari che operano all'interno del ricco tessuto dell'associazionismo di Massa Lombarda”.

“Se le nostre tradizioni, la nostra cultura, i nostri valori massesi vengono così ben esaltate è solo e unicamente merito loro - ha sottolineato il primo cittadino -. E la Sagra delle sfogline ne è un esempio. Le manifestazioni, gli eventi e le sagre che animano Massa Lombarda tutti i giorni dell'anno sono una dimostrazione del grande impegno che le associazioni, proprio come la Pro loco, mettono nel valorizzare il nostro territorio”.


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento