sabato 9 settembre 2017

Il lavoro volontario dei migranti

Dei richiedenti protezione internazionale ospiti a Budrio e Barbiano 


Proseguono le attività di volontariato che vedono impegnati i richiedenti protezione internazionale accolti sul territorio di Cotignola.




Di recente i ragazzi migranti, ospiti a Budrio e Barbiano, hanno partecipato all’organizzazione della festa della Sfujareja, che si è svolta a Cotignola il 26 e 27 agosto, e all’allestimento della Festa della Madonna incoronata, che si è tenuta a Barbiano dall’1 al 4 settembre. 

Appena sono stati informati circa l’opportunità di dare una mano per la realizzazione di queste iniziative, i migranti si sono proposti con grande entusiasmo. 

Hanno partecipato anche alla Festa della famiglia della casa residenza anziani Tarlazzi Zarabbini, che si è svolta lo scorso 25 agosto, nell’ambito di un progetto continuativo. 

“I riscontri positivi registrati da parte dei ragazzi e degli organizzatori rappresentano un bel segnale sul fronte della socialità e dell’integrazione - commenta l’assessora all’Integrazione culturale Barbara Nannini -. Iniziative come queste testimoniano come il percorso di reciproca conoscenza tra i migranti e la cittadinanza locale vada avanti, sempre nel rispetto delle sensibilità individuali”.

Nell’ultimo mese, inoltre, quattordici dei ragazzi richiedenti protezione internazionale hanno attivato un contratto di lavoro in campagna e altri tre migranti sono impegnati in un tirocinio formativo. 

Va avanti, infine, il progetto avviato dall’Amministrazione comunale per coinvolgere i ragazzi ospitati in piccole attività di volontariato per il mantenimento del decoro urbano, quali l’eliminazione delle erbacce da marciapiedi e piste ciclabili, la raccolta di cartacce e rifiuti dalle aree pubbliche, il supporto agli operai per la manutenzione del verde pubblico e così via.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento