giovedì 28 settembre 2017

Il progetto dell'acetificio favorisce interessi privati

Esproprio di aree con soldi nostri che andranno ai loro proprietari

Qualcuno crede davvero che alle Stuoie, con l’eventuale centro commerciale, come racconta il capogruppo della Buona politica Silvano Verlicchi arriveranno 4380 veicoli al giorno di cui 2487 da Lugo e frazioni?


Se si, qualcuno dei vessati abitanti di Madonna delle Stuoie, sarà contento di trovarsi al centro di un traffico stile Los Angeles a fronte dell’esigenza di un negozio di prossimità e di una farmacia?

Se no, c’è da chiedere a lui ed ai suoi referenti (Conad) , in base a quali proiezioni di mercato a lui tanto care, un privato possa investire a Lugo dove sopravvivono ben quattro supermercati (Coop, Lidl, Crai ed Eurospin ) uno contro l’altro in concorrenza sulla circonvallazione Piratello ?

Dopo lo scoppio della bolla immobiliare assisteremo a quella dei centri commerciali? La vicenda lottizzazione canale dei mulini non ha insegnato niente?

Il profitto dei privati è giusto quando non crea problemi alla società e secondo la costituzione l’impresa deve avere una funzione sociale.

Portare inquinamento, rumore e congestione in un quartiere residenziale non rientra nella funzione sociale di un’impresa.

Costruire una circonvallazione in mezzo ad un quartiere residenziale non è in alcun modo né sostenibile né giustificabile, tantomeno per favorire interessi privati. Quindi, né sottopasso, né strada di gronda, ma eventualmente una circonvallazione esterna con cavalca ferrovia come in tutte le città civili.

L’ opposizione di Verlicchi si manifesta per quello che è: opposizione di sua Maestà…tirando la volata al progetto del Sindaco che userà la “ bonifica” dell’ ex area Venturi come fiore all’occhiello del suo mandato e della sua campagna elettorale.

Garantendo ( al privato ) il sottopasso di via Piano caricatore ed espropriando aree private a spese del Comune?.

Utilizzando la pigrizia di automobilisti irriducibili come motivazione di facciata: un interesse privato favorito con soldi pubblici.

L’ex sindaco Cortesi alla fine del secondo mandato promosse la delibera ( marzo 2014) per permettere il sottopasso: sarà un caso che i Verdi non fossero presenti in quella giunta?

I Verdi faranno una vera informazione su questo pasticcio immangiabile che si presenta come soluzione ai problemi del quartiere mentre li rende più gravi per favorire interessi privati.

Info: 335.6347844 Gabriele Serantoni
( portavoce Verdi)

Stampa questo articolo

1 commento:

  1. Giusto che la proprietà dell'area che incasserà i nostri soldi dell'esproprio è di Villa Maria e della Fondazione?

    RispondiElimina