venerdì 1 settembre 2017

Il trofeo Oremplast di Tennis a Massa Lombarda

Avanza il quindicenne Rottoli



Un gustoso antipasto delle sfide del prossimo campionato di serie A1 (al via a metà ottobre). E’ quello che stanno vivendo i tanti appassionati romagnoli che seguono – come sempre - il 14° Trofeo Oremplast, torneo Open maschile con montepremi di 8000 euro in pieno svolgimento sui campi del Circolo Tennis Massa Lombarda (conclusione prevista per domenica 3 settembre).


A maggior ragione alla luce delle notizie che arrivano dagli US Open, dove hanno vissuto un mercoledì da leoni Thomas Fabbiano (capace di approdare per la prima volta al 3° turno di uno Slam, dove venerdì sfida l’altro azzurro Paolo Lorenzi) e Stefano Travaglia, che dopo aver superato le qualificazioni ha eliminato Fabio Fognini, numero uno d’Italia (senza dimenticare che analoga impresa a New York, approdare al secondo turno partendo dalle qualificazioni, ha compiuto pure lo spagnolo Adrian Menendez Maceiras, altro componente del team capitanato da Michele Montalbini).

Nella competizione diretta dal giudice arbitro Roberto Montesi (assistito dai colleghi Manuela Mazzolani e Sergio Zoli) si stanno infatti ritagliando un ruolo importante due giovani che saranno appunto protagonisti nel massimo campionato maschile con i colori del Ct Massa Lombarda. 

Il 15enne azzurrino Lorenzo Rottoli, classifica 2.5, dopo l’affermazione iniziale sul 2.6 Simone Todaro (Ct Anzola) si è ripetuto nella tarda serata di mercoledì ai danni di Federico Bolognesi (2.7, Ct Bologna), che si è ritirato sul 6-7 (6) 7-6(6). Il forfait del 2.4 Tommaso Compagnucci (At Giuseppucci Macerata) consente quindi a Rottoli di avanzare fino alla seconda serie degli ottavi, dove venerdì sfida l’emiliano Filippo Leonardi (2.2, Sporting Club Sassuolo), quarta testa di serie. 

Si è invece fermato nella prima serie degli ottavi il cammino dell’altro osservato speciale dai tifosi locali, vale a dire Alessio De Bernardis (2.6), perugino classe 2000, che dopo aver superato il pari classifica Uladzilau Zhuk (Ct Rimini), il sammarinese Marco De Rossi (2.5) e l’emiliano Filippo Lotti (2.7, Ct Albinea) per 6-2 6-1, ha ceduto con un doppio 7-5 a Stefano Baldoni (Junior Tennis Perugia), quindi avversario d’esordio per Luca Pancaldi (2.2, Ct Bologna), quinto favorito del seeding e reduce dalla vittoria nell’Open di Villanova di Bagnacavallo qualche giorno fa.

Sempre nella giornata di venerdì faranno il loro debutto sui campi di via Fornace di Sopra anche gli altri big del torneo (quella 2017 è l’edizione numero 24), ormai un punto fermo nel calendario, appuntamento di eccellenza in regione e in assoluto tra i migliori Open della Penisola, avendo ancora una volta poco da invidiare come spessore tecnico a una tappa del circuito internazionale: la prima testa di serie è infatti il 2.1 siciliano Omar Giacalone (Ct Palermo), numero 557 del ranking mondiale, vincitore della passata edizione del Trofeo Oremplast, seguito nel seeding dal 2.1 toscano Daniele Capecchi (Ct Firenze) e dall’altro 2.1 Matteo Fago (Tc Parioli Roma).

Oltre ai già citati Leonardi e Pancaldi, completano il quadro delle otto teste di serie Davide Della Tommasina (Sporting Club Sassuolo), Antonio Campo (Tc Palermo 2) e Marco Viola (Ct Firenze), ma ambiscono a recitare un ruolo importante anche gli altri 2.2 Jacopo Marchegiani (Ct Reggio Emilia) e Giulio Torroni (Torres Tennis). Senza trascurare il 2.3 Lorenzo Brunetti (Ct Cesena), rivelazione dello scorso anno quando raggiunse la finale con alcuni “scalpi” eccellenti, o altri romagnoli come Alessandro Dragoni (2.3, La Meridiana Modena) e i giovani riminesi Manuel Mazza e Filippo Bronzetti, entrambi 2.4 del Tennis Viserba.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento