mercoledì 13 settembre 2017

Presentati i progetti scolastici dedicati alla sostenibilità

Si è svolta in Rocca di Lugo l’iniziativa “A scuola di futuro” 



Nel salone Estense della Rocca di Lugo si è svolto l’incontro “A scuola di futuro. Progetti, percorsi e iniziative per educare alla sostenibilità”, finalizzato alla presentazione degli incontri dedicati alle scuole e incentrati sull’educazione alla sostenibilità, intesa nella sua dimensione ambientale, economica, sociale e istituzionale.






Sono state infatti illustrate tutte le opportunità per gli studenti della Bassa Romagna per l’anno scolastico 2017/2018. Erano presenti Enea Emiliani, sindaco referente per le Politiche educative che ha portato i saluti di Paola Pula, sindaco referente per le Politiche ambientali e di Riccardo Francone, sindaco referente per le Politiche giovanili; presenti anche i referenti dei servizi dell’Ucbr (Servizio Ambiente, Servizio Interarea sociale, educativo e giovani, Polizia municipale, Servizio Turismo e Ufficio Europa) e degli enti che hanno presentato i progetti previsti: Ausl Romagna, Hera, Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale.

I progetti sono proposti dal Ceas Bassa Romagna nelle sue tre sedi operative (Casa Monti e la Riserva naturale speciale di Alfonsine, Podere Pantaleone e Sezione naturalistica del Museo “Pietro Bubani” di Bagnacavallo e l’Ecomuseo di Villanova di Bagnacavallo), dai Comuni, dall’Unione e da altri soggetti del territorio con lo scopo di alimentare un’idea di sviluppo sostenibile, ma anche di creare occasioni di apprendimento innovative e affiancare il lavoro degli insegnanti su temi anche complessi. I progetti sono destinati, a seconda del programma, agli studenti di tutte le scuole, dalla materna alle superiori.

I progetti del Ceas sono stati pensati con lo scopo di trasmettere alle nuove generazioni la consapevolezza che le risorse naturali sono un bene comune limitato da preservare e che è necessario modificare e orientare i propri stili di vita secondo modelli sostenibili. Le iniziative proposte sono tante, tutte con al centro l’ambiente e la natura. 

Tra queste, ci sono il progetto Citizen science “Acqua essenza di vita”, in programma a Casa Monti di Alfonsine per approfondire il ruolo di questo elemento; per i più piccoli, invece, c’è il laboratorio “Arte e pane” all’ecomuseo di Villanova di Bagnacavallo sul ciclo dal grano al pane. Inoltre, per tutti gli ordini di scuole c’è “Fiori e piante del Pantaleone” al podere Pantaleone e sezione naturalistica del museo “Pietro Bubani” di Bagnacavallo per scoprire la flora dell’oasi.

Tra i progetti dal territorio ci sono Generazione Futuro green che ha l’obiettivo di avvicinare gli studenti ai temi della sostenibilità, del risparmio energetico, delle fonti rinnovabili e dei cambiamenti climatici, Riciclandino per coinvolgere e sensibilizzare scuola e famiglie sui benefici della raccolta differenziata, “Le tue scarpe al centro” che parla di economia circolare, il progetto europeo Energy@school, le attività di “studenti contro la zanzara tigre” finanziato dalla Regione, i percorsi di educazione alla mobilità, Riserva della biosfera del Parco del Delta e tanti altri. 

Non mancheranno, inoltre, Naturalmente in Bassa Romagna, M’illumino di meno, Radio Sonora Stay tuned, il progetto Legalità e Bassa Romagna Young. Hera ha presentato la nuova edizione di “La grande macchina del mondo” con tantissime opportunità e ancora il Consorzio di Bonifica della Romagna occidentale il concorso “Acqua e territorio” giunto alla decima edizione, spettacoli teatrali e visite guidate a impianti e opere della bonifica.

Ai partecipanti all’incontro sono stati consegnati alcuni materiali informativi utili per la didattica, oltre alla pubblicazione “A scuola di Futuro” scaricabile anche dal sito internet.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento