giovedì 28 settembre 2017

Tornano le commedie dialettali di "I venar del Tond"

Tutti i venerdì alle 21, dal 29 settembre all’8 dicembre

Un autunno all’insegna della comicità romagnola più autentica e tradizionale. È tutto pronto per la 21esima edizione de “I vènar de Tônd”, la rassegna di teatro dialettale ospitata nella sala polivalente del centro sociale Il Tondo, in via Lumagni 32, a Lugo.
Undici gli spettacoli, con inizio alle 21, che si svolgeranno tutti i venerdì dal 29 settembre all’8 dicembre e vedranno protagoniste le più rinomate compagnie di commedia dialettale romagnola.

Il programma prenderà il via venerdì 29 settembre con E proim amour un’s scorda mai. Maza maza j’è tòt ad cla raza, due farse dialettali a cura del gruppo comico dialettale “De bosch”. Il 6 ottobre il gruppo teatrale “La compagine” presenterà Gianni e Paolo & C., viaggio tra rarità ed evergreen della premiata ditta Fratelli Parmiani con alle tastiere Alessandro Guidi e al violino Valeria Magnani.

Si prosegue il 13 ottobre con la Compagnia Amici del teatro di Cassanigo che si esibirà in Pipinè: storia d’un buratè, commedia in due tempi in dialetto romagnolo con la regia di Alfonso Nadiani. Il 20 ottobre spazio alla Compagnia Piccolo teatro Città di Ravenna con Te noi pinsè. Viv la tu vida, tre atti di Bruno Gondoni con la regia di Giordano Pinza. E ancora, il 27 ottobre arriva Una cura speciale della Compagnia De bonumour di Granarolo Faentino, tre atti di Guido Lucchini e regia di Valentina Pezzi.

La paura di ledar è il titolo dello spettacolo in tre atti di Angelo Gallegati, che cura anche la regia, che vedrà protagonista la Compagnia “Gli amici del fontanone” il 3 novembre. Il 10 novembre salirà sul palco la compagnia Dla Zercia di Forlì con Al cèv, una vasca a Parigi, due tempi di Andrea Oldani con la regia di Carlo Tura. Il 17 novembre appuntamento con il Laboratorio teatrale amici di san Savino E Presidènt, tre atti di Paolo Minguzzi con la regia di Andrea Montanari. Il 24 novembre, ultimo appuntamento del mese, è il turno della filodrammatica di Casola Canina con Agenzeja matrimuniela, tre atti di Stefano Palmucci e la regia di Ermanno Sandri.

Venerdì 1 dicembre la Compagnia dialettale fusignanese presenta Gigion va in ti fré, tre atti di Bruno Marescalchi e la regia di Lino Costa.

Infine, l’8 dicembre gran finale con Personal trainer, a cura del gruppo teatrale Qui de Tond. Si tratta di una commedia in tre atti di Gian Battista Morganti e Meri Malerbi per la regia di Velia Ferrioli. In questa occasione l’ingresso è a offerta libera. “Questa è l’ultima opera che ci ha lasciato il compianto Gian Battista Morganti - ha ricordato Velia Ferrioli -. Il testo era incompleto e così abbiamo provveduto a completarla noi, immaginando quello che avrebbe potuto voler rappresentare. Come ogni anno”.

Al termine dello spettacolo avrà luogo la tradizionale premiazione legata alla rassegna. Ogni sera infatti il pubblico degli abbonati voterà gli attori delle compagnie partecipanti. Saranno premiati il migliore attore protagonista, la migliore attrice protagonista e il migliore caratterista.

Il biglietto per una commedia costa 8 euro (7 euro per i soci del Tondo); l’abbonamento a 10 spettacoli costa 60 euro (50 euro per i soci del Tondo). Gli abbonamenti in prevendita sono acquistabili nei giorni feriali dalle 10 alle 12 al centro sociale “Il Tondo”; la prevendita dei biglietti numerati è disponibile tutti i venerdì dalle 17.30 al centro sociale “Il Tondo”. Si accettano anche prenotazioni telefoniche ai numeri 0545 25661 e 0545 900716.

La rassegna è organizzata dal Gad Città di Lugo in collaborazione con il centro sociale “Il Tondo”, con il patrocinio del Comune di Lugo e dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento