lunedì 25 settembre 2017

Un'altra scuola imbandierata

Alla Scuola Media “Baracca” sventolano le bandiere dell’UNUCI
di Guido Neri



L’UNUCI – Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia – di Lugo ha donato le bandiere italiana ed europea alla scuola media “Francesco Baracca” di Lugo.
       


La cerimonia è avvenuta alla presenza dell’assessora alle Politiche sociali del Comune di Lugo Lucia Poletti, della preside della scuola Prof.ssa Daniela Geminiani del presidente dell’UNUCI Renzo Preda.

“La consegna delle bandiere agli istituti scolastici è un momento importante per noi - ha dichiarato Lucia Poletti - perché ci permette di ricordare i valori che questi simboli della Patria trasmettono. A Lugo il Tricolore assume un ulteriore significato. La bandiera è stata infatti ideata e proposta dal lughese Giuseppe Compagnoni che viene definito unanimemente il “Padre” del nostro Tricolore”.

La preside Daniela Geminiani ha voluto ringraziare l’Unuci per l’attenzione e la collaborazione che da anni manifesta verso gli istituti scolastici con la donazione delle bandiere italiana ed europea, in particolare verso le scuole medie “Francesco Baracca” e “Silvestro Gherardi” e la scuola elementare “Codazzi-Gardenghi”. 
   


Renzo Preda ha ricordato ai giovani il valore e i simboli che il Tricolore rappresenta per tutti gli italiani, in particolare per le giovani generazioni. La Bandiera è la raffigurazione dell’Italia unita in un contesto europeo. Ha richiamato l’illustre figura del nostro concittadino Compagnoni, personaggio di caratura internazionale e la cui vita dovrebbe essere conosciuta, approfondita e studiata negli Istituti scolastici. Nel manifestare la propria soddisfazione per la cerimonia odierna, il Presidente dell’Unuci si è dichiarato onorato e orgoglioso di poter donare, a nome dell’Unuci di Lugo, i vessilli Italiano ed Europeo alla Scuola Media Baracca.

La cerimonia si è conclusa con l’installazione delle bandiere nelle apposite aste e con le note dell’inno di Mameli cantate in coro da tutti i presenti.




Guido Neri

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento