martedì 17 ottobre 2017

Calano i reati

Un calo di oltre il 18 per cento

Il Dipartimento per la pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno ha reso noti i dati relativi ai reati denunciati nel 2016 nelle 106 province italiane. 


Dal confronto con il 2015 emerge che, in questa particolare graduatoria, la provincia di Ravenna risulta essere la più virtuosa d'Italia, con un calo complessivo dei reati del 18,3%.

A tale proposito il sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi, con delega alla Sicurezza per l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, ha dichiarato: "Come giunta dei nove Comuni della Bassa Romagna prendiamo atto con soddisfazione dei dati divulgati dal Dipartimento per la Pubblica sicurezza. Questi dati confermano un andamento che si sta consolidando e rendono merito all'impegno comune che viene svolto in questa provincia in tal senso. Noi, rappresentanti della metà dei comuni della provincia e di oltre un quarto dell'intera popolazione provinciale, abbiamo scelto di investire con forza e decisione in più direzioni per contrastare con fermezza i vari tipi di reato che colpiscono persone, imprese, patrimonio immobiliare pubblico, eccetera”.

In particolare, analizzando in modo analitico l'insieme dei dati (in termini assoluti e statistici) forniti dal Ministero dell'Interno, emerge che nella provincia di Ravenna oltre a una diminuzione di oltre 18 punti percentuali dell'insieme degli eventi delittuosi denunciati, calano del 22% i furti totali. “Tutto ciò non è un caso - sottolinea Bassi -, ma il frutto di un egregio lavoro di squadra che svolgono le istituzioni locali, le forze dell'ordine, i cittadini e le varie forme di rappresentanza di interessi specifici. Al vertice dell'iniziativa che sta producendo risultati di rilievo si colloca l'intenso coordinamento della Prefettura e dei componenti del coordinamento provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, tavolo di lavoro da cui prendono vita proposte, iniziative, scelte all'avanguardia rispetto al panorama nazionale”.

“Tuttavia, anche alla luce anche di spiacevoli episodi di natura straordinaria avvenuti di recente sul nostro territorio, siamo consapevoli che ciò non basta. È proprio questa consapevolezza che, come Unione, ci spinge a investire prioritariamente in tal senso - conclude il sindaco -. Infatti vanno in questa direzione le assunzioni di dieci vigili urbani (oltre il 15% del totale ora in servizio) e i 250mila euro stanziati per dotare il nostro territorio di 14 varchi che permetteranno di rendere ancora più efficace l'opera di prevenzione nei confronti di chi intende delinquere. In tal modo confermiamo un impegno assunto e coerentemente ribadito con i fatti: la sicurezza complessiva del nostro territorio, in termini reali e percepiti, resta una delle nostre priorità e su questo continueremo il nostro impegno istituzionale”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento