giovedì 5 ottobre 2017

Il deserto che vuole la destral

Riceviamo dalla Federazione di Sinistra Italiana e pubblichiamo


La Federazione di Ravenna di Sinistra Italiana e il Circolo della Bassa Romagna di SI criticano la solita linea razzista dell’estrema destra che trova spazio su giornali e sul web.

In questa settimana stiamo assistendo a polemiche da parte della destra, come al solito verso gli stranieri e come al solito si punta verso l'odio.

A Lugo la Lega, per attaccare il sistema dell'integrazione, usa la festa indetta dall'Asp "Welcome Festival" per polemiche (pubblicate su Corriere di Romagna) sul fatto che a loro dire "i luoghi pubblici stanno diventando a uso esclusivo di stranieri che bivaccano" niente di più falso e razzista. La Lega non conosce il territorio, il parco del Tondo di Lugo (citato nell’articolo del corriere) è frequentato da bambini, ragazzi e famiglie di tutte le età, etnie etc. Molti pranzano o cenano sull'erba italiani e stranieri, si chiama vivere la propria città i propri luoghi.

A Ravenna Forza Nuova attacca il diritto dei cittadini mussulmani ad avere un luogo di culto, nella follia della loro logica "le sale di preghiera non possono occupare spazi commerciali" quindi, seguendo tale ragionamento, in Italia dovrebbero chiudere migliaia di sale di tante religioni che democraticamente il nostro Paese ospita.

La destra vuole cittadini che vivano nella paura, che non escano di casa, che non vivano le loro città "perché ci sono gli stranieri". Si ambisce a città-deserto, le quali in realtà sono il vero pericolo per l'aumento della criminalità.

Togliere diritti alle persone perché straniere o di religioni che non piacciono alla destra aumenta l'alienazione delle persone che arrivano qui, i progetti di integrazione invece fanno conoscere a queste persone il nostro Paese, la nostra storia, i nostri costumi, e le nostre leggi. Serve a prevenire che si creino gruppi tra i quali possano nascere estremismi, e dagli ultimi fatti di cronaca sappiamo quanto sia importante questo lavoro.

La destra in questa provincia e in Italia non sa cosa dice, per il consenso elettorale è disposta a soffiare sull'odio a discapito di tutti i cittadini, non glielo permetteremo.

Sinistra Italiana Feederazione di Ravenna e Circolo della Bassa Romagna


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento