venerdì 27 ottobre 2017

La nuova palestra della gloriosa Società Schermistica Lughese al Palabanca

"La Scherma a Lugo sarà sempre un'eccellenza"

Con la coppa Simone Greco
Lo dissi a mio padre Achille, fondatore e per i primi trent'anni presidente,  poche ore dopo che "materialmernte" non poteva più sentirmi, poco prima che la visita all'obitorio di Serafino Penazzi che veniva da lontano per l'ultimo saluto al suo presidente, lui che era stato prima schermidore poi maestro della sala, anche il mio, mi fece ovviamente piangere.





Dall'umida cantina di corso Garibaldi, sin dal 1948, dove fece i primi passi in pedana anche Guido Marzari, poi Maestro, poi allenatore della nazionale che portato l'Italia alla medaglia d'oro delle Olimpiadi di Atlanta nella spada maschile, alla sala vicino ai bagni del cortile della Collegiata, al primo piano del Palazzetto di via Lumagni, alla palestra del Liceo Scientifico, tutte frequentate da tanti e tante. tanti con risultati di prestigio, compreso titoli nazionali. 

Arrigo Antonellini

È operativo ora il nuovo impianto realizzato all’interno del Palabanca di Lugo, dopo i lavori di restauro ultimati nel mese di giugno. 

La struttura dispone così di una palestra di scherma da 250 mq, completa di ufficio, armeria, spogliatoio e sala wellness. I lavori, realizzati in due stralci tra il 2016 e il 2017, ciascuno da 190mila euro, hanno inoltre portato alla realizzazione di un impianto fotovoltaico sul tetto. Il Palabanca, la cui costruzione è iniziata nel giugno 2005, è stato così completato nelle sue parti essenziali e funzionali.

Il nuovo impianto è stato per la prima volta “saggiato” dalla Società schermistica lughese, che ha cominciato qui gli allenamenti per la nuova stagione. 

Per questa occasione hanno fatto visita all’impianto il sindaco di Lugo Davide Ranalli, l’assessore allo Sport Pasquale Montalti e il consigliere Ivan Rossi; erano inoltre presenti il nuovo presidente della società Raffaele Clò, i maestri Guido Marzari e Fulvio Barcucci.

“È un impianto bellissimo e moderno - ha dichiarato Guido Marzari -, ha le dimensioni perfette per la pratica della scherma dotato di ben otto pedane”.

“Volevamo essere presenti a questo momento per dare il nostro ‘in bocca al lupo’ a tutti gli atleti, che stanno regalando così tante soddisfazioni alla città di Lugo - ha dichiarato Davide Ranalli -. Come Amministrazione comunale siamo impegnati affinché gli impianti sportivi del territorio siano all’altezza delle aspettative delle nostre società, poiché da sempre crediamo che lo sport sia fondamentale per il benessere di una società”.

All’allenamento erano presenti anche Simone Greco, reduce da due ori (individuale e a squadre) ottenuti a Budapest alla gara del Circuito europeo Cadetti, e Cristian Edenilson Mejia, giovane schermidore di El Salvador, attualmente a Lugo per un periodo di quaranta giorni dedicato ad approfondire la scherma. 

“Il fatto che la Federazione italiana scherma abbia scelto Lugo per offrire un'opportunità formativa a un giovane atleta straniero è un ulteriore motivo di orgoglio”, hanno sottolineato i dirigenti della Società.




Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento