martedì 31 ottobre 2017

La poesia del martedì

A Paestum

Vestigia antiche di possenti mura
mi vedo intorno, e templi consacrati,
colonne eccelse dai colori ambrati
nel sole che inonda la pianura.

E cavalieri in fulgida armatura,
nella nebbia del tempo addormentati,
nel mio pensier si volgono chiomati,
e fanciulle dall'esile figura.

Solerti spose attingere alla fonte
vedo, e mercanti vender merci rare,
e rider di bimbi, e operose e pronte

braccia di artefici, e a divine are
intenti vati, e vedo all'orizzonte
achive prore sul vinoso mare.

Franco Ponseggi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento