mercoledì 11 ottobre 2017

La Rai senza audio

Ci siamo, anzi no
di Arrigo Antonellini



E' stato trasmesso ieri sera. martedì 10 ottobre, il racconto di una signora che a dodici anni è stata violentata.


Su Rai1, con quel "professionista", Bruno Vespa, che con il suo "Porta a Porta" è maestro nel fare audience, compreso quindi il racconto della violenza su una dodicenne.

Il lungo racconto è andato in onda muto. Problema tecnico?

Un microfono che non funzionava? Sarebbe davvero assurdo, mai successo da quando c'è la TV per un tempo tanto lungo, e due volte poi, una testa e una schiena nell'assoluto silenzio.

O  un ripensamento dell'ultima ora di chi si sia reso conto che debba esserci un limite alle speculazioni per l'audience?

Non si dovrebbe mai fare cronaca, mettere in piazza notizie che hanno attinenza solo al privato delle persone, perchè chi dovrebbe essere informato, il diritto all'informazione, lo è già in maniera totale, ma dettagliare sulla violenza a ragazzine, fare domande, chiedere di specificare, è vergognoso! Nella televisione pubblica poi, pagata da noi!!

"Non mi va di ricordare", ha concluso una delle ragazze, ma la Rai vuole sapere, dettagliare e mette in piazza!

Arrigo Anonellini  

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento