venerdì 20 ottobre 2017

L'Anpi presenta "La mappa della memoria"

La falce e il martello?


Domani sabato 21 ottobre alle 10 nella sala del Carmine di Lugo, in corso Garibaldi 16, l’Anpi presenterà il progetto “Mappa della memoria”, rivolto alle classi terze delle scuole medie di Lugo e Voltana.


Il progetto prevede la creazione di una mappa interattiva del territorio comunale di Lugo sulla quale gli studenti localizzeranno i cippi dei caduti nel periodo storico della Resistenza e allegheranno a ogni cippo schede sulle quali saranno riportate notizie storiche, foto, testimonianze e altro relative al cippo.

L’obiettivo finale consiste nella realizzazione di "percorsi della memoria" per mettere in collegamento la linea gotica con tutti i luoghi in cui sono avvenuti gli eccidi di partigiani e antifascisti.

Il risultato sarà uno strumento interattivo di consultazione che, dopo un accurato controllo dei dati inseriti da parte dell’Istituto storico di Ravenna, potrà essere consultato da chiunque in rete su computer, smartphone e tablet.

Il progetto sarà presentato al Carmine da Sara Cortesi e Luigi Savorani. Saranno presenti per un saluto il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il consigliere regionale Mirco Bagnari e il presidente dell'Anpi di Lugo Ebe Valmori. L’intervento conclusivo sarà affidato ad Agostina Melucci, dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Ravenna.

Il progetto è promosso dal Coordinamento delle Sezioni ANPI del Comune di Lugo e sviluppato in collaborazione con la Cooperativa Alveo, con il patrocinio del Comune di Lugo e della Regione Emilia-Romagna.

Per ulteriori informazioni contattare l’Anpi di Lugo al numero 338 7488608 (Ebe Valmori), email anpilugo@gmail.com.



Proprio un cippo con la falce e il martello in prima pagina? Per le scuole? 
Certo è datato, è storia, le vittime sono state trucidate nel nome del loro ideale, ma non era l'ideale degli italiani, di tutti gli italiani che erano nel pieno di una guerra civile tra italiani, il cui giudizio spetta, libero, ai bimbi di oggi.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento