sabato 7 ottobre 2017

Un Bagnacavallese nel mondo

Riceviamo e pubblichiamo


Nell’ambito della Festa di San Michele, si è svolto nella sala della Giunta in municipio a Bagnacavallo un nuovo incontro con un “Bagnacavallese nel mondo”.
Alla presenza del sindaco Eleonora Proni, degli assessori Enrico Sama, Simone Venieri ed Elena Verna e dei rappresentanti dell’associazione Amici di Neresheim Francesco Ravagli e Patrizia Betti, ha portato la propria esperienza l’architetto Marco d’Elia, classe 1976, che da circa tre anni vive e lavora all’estero. 

Dopo aver lavorato a Milano come libero professionista, nel 2014 ha deciso di trasferirsi in Svizzera, insieme alla moglie Valeria, come lui architetto, per iniziare una nuova esperienza lavorativa all’interno di uno studio privato di architettura di medie dimensioni che vede impiegate circa venti persone. Marco e Valeria attualmente vivono a Berna insieme alla figlia Matilde e almeno due o tre volte l’anno tornano volentieri in Italia.

Molti sono stati gli argomenti affrontati durante l’incontro: dalla scuola al welfare, dalla formazione al mondo del lavoro si è riflettuto su similitudini e differenze tra la realtà italiana e quella svizzera.

L’associazione dei gemellaggi Amici di Neresheim ha tra i propri scopi quello di mantenere vivi i rapporti con i numerosi bagnacavallesi che per i più svariati motivi vivono all'estero. Per questo ha creato la pagina Facebook “Bagnacavallo nel mondo” e da circa tre anni organizza, insieme all’Amministrazione comunale, incontri con i bagnacavallesi lontani quando ritornano in città.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento