martedì 21 novembre 2017

Alternanza scuola lavoro

All'"estero" ma ci piace



Sono più che triplicate in regione le imprese aderenti a Confcooperative che hanno dato la disponibilità ad accogliere studenti per percorsi di alternanza scuola-lavoro.

Dalle 33 cooperative dell’anno scolastico 2016-17 si è passati alle 109 di quest’anno, numero che dovrà essere confermato dopo le verifiche dell’Ufficio Scolastico Regionale. 

“Siamo molto soddisfatti per le numerose disponibilità manifestate dalle nostre cooperative – dichiara Francesco Milza, presidente Confcooperative Emilia Romagna -, è la testimonianza di quanto il sistema cooperativo sia vicino al mondo della scuola, un impegno che a livello regionale portiamo avanti da 10 anni per fare conoscere ai giovani un modello di impresa basato su mutualità, solidarietà e condivisione”.

Del rapporto tra cooperazione e scuola se ne parlerà mercoledì 22 novembre nell’ambito dell’incontro “L’alternanza scuola-lavoro: opportunità e strumenti del sistema cooperativo”, in programma dalle 9.30 al Palazzo della Cooperazione di Bologna (via Calzoni 1/3). All’evento, organizzato da Irecoop Emilia Romagna (l’ente di formazione di Confcooperative), interverrà anche Stefano Versari, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna.

“Nel dicembre 2016 abbiamo sottoscritto un Protocollo di intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per avviare una proficua collaborazione sull’alternanza scuola-lavoro, facendo seguito all’accordo nazionale tra Confcooperative e MIUR sulla base della legge 107/2015 – continua Milza -. 

Dal 2006, inoltre, la nostra Organizzazione è impegnata nelle scuole della regione con diverse iniziative di promozione cooperativa, in seguito sfociate nel progetto ‘SCOOP – Cooperiamo a Scuola’ che ha formato circa 3.000 studenti di 25 istituti di scuole secondarie di secondo grado, con 234 percorsi di educazione all’imprenditorialità cooperativa e la costituzione di 8 Associazioni Cooperative Scolastiche”.

Sono due le modalità che Confcooperative Emilia Romagna mette a disposizione delle Istituzioni scolastiche per lo svolgimento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. La prima è il tirocinio cooperativo, l’esperienza formativa che gli studenti delle scuole superiori di secondo grado possono fare all’interno di un’impresa cooperativa del territorio. 

La seconda riguarda l’Impresa Cooperativa Simulata (ICS), un’attività formativa in cui viene simulata all’interno di una scuola l’ideazione, la creazione e la gestione di un’impresa cooperativa e delle sue attività, dal progetto di partenza alla scrittura dello statuto fino alla realizzazione di un business plan.

“Nel 2018-19 e nel 2019-20 – continua il presidente di Confcooperative regionale – prevediamo di realizzare 10 percorsi di Impresa Cooperativa Simulata per ogni anno scolastico, coinvolgendo tutte le province della regione. 

Per quanto riguarda l’ospitalità degli studenti nelle imprese cooperative, a seguito del Protocollo sottoscritto con l’Ufficio Scolastico Regionale, per il 2016-17 si sono rese disponibili 33 cooperative nostre associate, mentre per il 2018-19 le disponibilità sono più che triplicate salendo a 109”.

“Con oltre 1.600 cooperative associate, composte a loro volta da 234mila soci e 75.600 addetti, Confcooperative Emilia Romagna rappresenta un attore importante dell’economia regionale – conclude Milza -. 

Attraverso i percorsi di alternanza scuola-lavoro, vogliamo dare ai giovani la possibilità di entrare in contatto con le nostre imprese per conoscere il mondo della cooperazione, i suoi valori e i suoi tratti distintivi. Gli studenti di oggi sono i cooperatori di domani, è nostro compito formarli e aiutarli a integrarsi nel sistema economico del loro territorio”.

Il programma del convegno. Si inizia alle 9.30 con l’apertura dei lavori a cura di Pierlorenzo Rossi, direttore generale Confcooperative Emilia Romagna, che illustra l’impegno dell’Organizzazione nell’educazione dei giovani. 

Alle 10 intervento di Stefano Versari, direttore Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna, su “L’alternanza scuola-lavoro: opportunità e prospettive per la scuola”. Alle 10.30 Sathi Arcangeli, referente scuola per Irecoop Emilia Romagna, presenta il progetto “SCOOP – Cooperiamo a scuola” ed il percorso triennale proposto da Confcooperative per l’alternanza scuola-lavoro, con alcune testimonianze dirette. Dopo il coffee break delle 11.15, alle 11.30 la ripresa dei lavori è riservata alla presentazione del progetto triennale (2015-18) Erasmus+ dal titolo “#CoopLab” (2015-1-FR01-KA201-015316), dedicato alla promozione del modello cooperativo tra insegnanti e studenti, grazie ad un kit di lavoro disponibile online; a parlarne Margherita Dalla Casa (referente progetti internazionali Irecoop ER) e Paola Ziliani della cooperativa LEN che condurrà una simulazione pratica dei materiali ad uso insegnanti.

Per informazioni: Sathi Arcangeli 051/7099015 / arcangelis@irecoop.it 

Ufficio stampa Confcooperative Emilia Romagna
Addetto stampa: Giovanni Bucchi
Mail: stampa.er@confcooperative.it
Sito: www.confcooperativemiliaromagna.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento