lunedì 13 novembre 2017

Controllo del territorio e contrasto al crimine diffuso

Riceviamo e pubblichiamo


La Polizia di Stato ha comunicato i risultati conseguiti con i servizi di controllo del territorio e dei posti di blocco, effettuati nel territorio della provincia nella settimana dal 6 all’11 novembre, programmati dal Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza e pianificati dal Questore Rosario Russo.


All’attività di Polizia hanno partecipato gli equipaggi del controllo del territorio della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura, nonché le Polizie Municipali di Ravenna, Cervia e Faenza:

307 le persone identificate, di cui 48 stranieri;

212 i veicoli sottoposti a controllo;

13 le contravvenzioni al Codice della Strada contestate;

30 le pattuglie complessivamente impiegate;

9 le persone denunciate, 8 di queste sono straniere.

Nel corso di tale attività gli agenti delle Volanti del Commissariato di P.S. di Faenza hanno denunciato a piede libero, per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere, il 52enne faentino F.D. che, incappato nei controlli, è stato trovato in possesso di un coltello di genere proibito che l’uomo deteneva all’interno del cassetto porta oggetti della propria auto.

Durante i medesimi servizi di controllo del territorio il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura ha rintracciato, nella zona dei Giardini Speyer e della Stazione Ferroviaria di Ravenna, otto extracomunitari di varie nazionalità (Albania, Nigeria, Tunisia, Marocco) risultati non in regola con le norme sul soggiorno degli stranieri in Italia che pertanto sono stati condotti in Questura per essere denunciati, a piede libero, per le violazioni del Testo Unico sull’Immigrazione.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento