martedì 7 novembre 2017

Da dove cominciamo questa nuova stagione?

Assemblea generale di Bellafonsine. Riceviamo e pubblichiamo

Domani mercoledì  8 novembre alle ore 20.30 assemblea generale di bellalfonsine alla CasaInComune di Piazza Monti.


Argomenti in discussione saranno le iniziative già in programma quali l’iniziativa informativa del 18/11 sul decreto Lorenzin (vaccini) , quella sulla Costituzione (4/12) e una visione allargata del piano di attività per la prossimo anno.

Quando abbiamo cominciato noi, nel febbraio del 2014, poco più di tre anni fa, avevamo un chiodo fisso, quello di “cambiare l’aria” della vita politica di Alfonsine. Il chiodo tiene ancora. In quell’anno, il 2014, prese vita una lista per il Consiglio Comunale, si fece una campagna elettorale rigorosamente autofinanziata, si presero oltre mille voti superando persino la lista dei 5 stelle che aveva allora il vento in poppa ed iniziò un percorso di opposizione seria fuori e dentro il palazzo. 


Un gruppo locale con tutte le sue difficoltà, ma una certa tenacia nel perseguire gli obiettivi che ci eravamo dati. Siamo ancora una pulce, sia chiaro, ma quando abbiamo realizzato, nel settembre scorso, la nostra prima riuscitissima festa pubblica, VIVI LA TERRA VIVA, festa del vivere sostenibile, ci siamo sentiti orgogliosi di noi stessi e vogliosi di proseguire il nostro percorso.

Una delle partecipazioni essenziali, per chi ci segue e guarda con simpatia e interesse, resta però quella di aiutarci, almeno una volta l’anno, a riempire le magrissime tasche. Tra un’iniziativa e l’altra, dovete saperlo, non possiamo esimerci dal provare a inventare altre fonti di reddito possibili e impossibili: corsi, progetti, laboratori di formazione, cene, pranzi e merende di finanziamento, sempre cercando di divertirci ed apprendere.

Vorremmo anche aprire un conto corrente, se possibile con BANCA ETICA per costruire la vera garanzia della nostra TOTALE indipendenza e naturalmente proseguire la campagna di adesione a bellalfonsine.

L’espressione suprema della resistenza è oggi la costruzione autonoma di mondi nuovi. Liberarsi dalla propria dipendenza dal mercato e dallo Stato non può naturalmente essere un processo lineare. Ancor meno lo sarà liberarsi dall’idea che qualcuno, altri debbano governare per nostro conto. Vogliamo coltivare, accompagnare, proteggere e raccontare la speranza a cominciare da adesso e da qui.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento