venerdì 24 novembre 2017

Giornata nazionale Parkinson 2017

Un concorso di idee e progetti per combattere il Parkinson“Ravenna Parkinson incontra la città” sabato 25 novembre, ore 10, Sala D’Attore (Casa Melandri) a Ravenna.

Tante le iniziative messe in campo in occasione della Giornata nazionale dedicata alla malattia (www.giornataparkinson.it), promossa da Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e Accademia LIMPE-DISMOV. L'appuntamento, giunto alla sua nona edizione, ha l'obiettivo di sensibilizzare ed educare la popolazione e non solo. Partono oggi due importanti iniziative.

“Annunciamo l’avvio del primo studio italiano multicentrico osservazionale per la valutazione dei fattori di rischio e dei fattori protettivi della malattia di Parkinson. - (Dichiara Alfredo Berardelli, Presidente Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus – Dip.to Neurologia e Psichiatria, Sapienza Università di Roma, Policlinico Umberto)

La Giornata Nazionale Parkinson dedica inoltre una speciale iniziativa alle Associazioni Pazienti e al mondo del volontariato in prima linea nelle attività in favore delle persone con malattia di Parkinson.

“Quando parliamo di Parkinson non pensiamo più al solo tremore, ma sappiamo che dobbiamo pensare a un'intera vita che cambia e a un contesto familiare e sociale, basti pensare che in un caso su cinque i sintomi iniziali compaiono prima dei 50 anni. - (Dichiara Pietro Cortelli, Presidente Accademia LIMPE-DISMOV, Università di Bologna - DIBINEM Ospedale Bellaria) – Intendiamo premiare le idee e i progetti del mondo dell’associazionismo e del No Profit che si impegna ogni giorno per migliorare la qualità di vita delle persone con Parkinson e di chi se ne prende cura. Sosterremo le migliori iniziative a supporto dei processi sociali e culturali che aiutano a rimanere membri attivi della società e favoriscono lo sviluppo delle capacità di socializzazione”.

Conoscere il Parkinson è fondamentale per curarlo al meglio! Al via il primo studio italiano.

Ad oggi non è mai stato effettuato uno studio volto a valutare la totalità dei fattori protettivi e di rischio della malattia di Parkinson. Lo studio permetterà di individuare le possibili associazioni tra i diversi fattori che possono influenzare la malattia e verificare la forza e la riproducibilità di tali associazioni. Inoltre verificherà l’influenza sulla malattia di quei fattori il cui ruolo nella genesi del Parkinson non è stato ancora chiarito.

“Il tuo progetto per combattere il Parkinson”, il primo concorso per premiare le idee del volontariato.

Il concorso, realizzato grazie al contributo di Charming Italian Chef e della Federazione Italiana Cuochi, invita le Associazioni pazienti e il mondo del volontariato a elaborare e presentare progetti finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle persone con malattia di Parkinson. Il concorso potrà finanziare prestazioni di servizi sociali, sanitari, culturali svolti anche in collaborazione con strutture sportive, sanitarie, ecc. o riguardare l’acquisto di attrezzature a supporto della terapia (soprattutto fisioterapica) prevista per i pazienti con malattia di Parkinson. Tutti i dettagli del concorso sono disponibili su www.giornataparkinson.it.

Il 25 novembre si celebra in tutta Italia la Giornata Nazionale Parkinson con numerose iniziative. in cui interverranno medici specialisti per dare informazioni sulla diagnosi e terapia della malattia e sarà possibile partecipare ad eventi (spettacoli teatrali, concerti, mostre, ecc.) ed incontri di informazione e confronto organizzati su tutto il territorio nazionale dalle strutture aderenti.

Per il terzo anno consecutivo, il campione olimpico Jury Chechi conferma il suo impegno al fianco della Giornata Nazionale Parkinson.


QUI RAVENNA

Anche l’Unità Operativa di Neurologia dell’Ospedale Santa Maria delle Croci aderisce, promuovendo DOPODOMANI, sabato 25 novembre, con la preziosa collaborazione dell’Associazione Ravenna Parkinson Onlus, l’iniziativa pubblica “Ravenna Parkinson incontra la città”. L’appuntamento, aperto a tutta la città, si svolgerà a partire dalle ore 10, nella sala D’Attorre di Casa Melandri (via Ponte Marino 2). Interverranno il dottor Pietro Querzani direttore dell’Unità Operativa Neurologia di Ravenna, il dottor Massimo Innamorato direttore dell’Unità Operativa di Terapia Antalgica, il dottor Claudio Callegarini responsabile Neurofisiologia Clinica di Ravenna e Donatella Dolcini, istruttrice della Scuola Italiana di Nordinc Walking.

Secondo le stime di prevalenza più attendibili della malattia di Parkinson e dei parkinsonismi, nella provincia di Ravenna sono circa 2.500 le persone affette (circa 1.700 persone con un rapporto maschi/femmine di 1:1,5 presentano invece la forma idiopatica della malattia). Circa 500 sono i pazienti parkinsoniani in carico diretto presso i servizi ambulatoriali. L’1% dei soggetti maggiori di 60 anni sviluppa la malattia, con un tasso di incidenza intorno ai 15 pazienti per 100.000/anno: considerato l’invecchiamento della popolazione, la prevalenza ed il numero assoluto di questa tipologia, si stima che i pazienti saranno in progressivo e certo incremento.

Per tale motivo, l’Azienda AUSL della Romagna nell’ambito del Programma di Neuroscienze ha attivato un gruppo di lavoro multidisciplinare sui “Disordini del Movimento”, coordinato dal dottor Querzani, che ha il compito di elaborare un percorso diagnostico-terapeutico assistenziale che consenta di adeguare le linee guida nazionali alla realtà romagnola garantendo equità di accesso ai cittadini sia alle procedure diagnostiche sia alle terapie secondo la migliore appropriatezza possibile.

Fondamentale è il contributo della Associazione Ravenna Parkinson, presente da circa 10 anni a Ravenna, che con circa 200 iscritti organizza attività assistenziali importanti (supporto psicologico, programmi di attività fisica adattata, logopedia etc.) collaborando in modo costruttivo con le istituzioni pubbliche e sanitarie per costruire, assieme ai diversi operatori sanitari e non, una alleanza terapeutica contro la malattia.

La Giornata Nazionale Parkinson 2017 sarà anche l’occasione per raccogliere fondi che la Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus destinerà al sostegno di progetti di ricerca clinici e sperimentali sulla malattia di Parkinson e sui disordini correlati. 



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento