giovedì 23 novembre 2017

Il monumento alla Resistenza di Piazza Gramsci ad Alfonsine

In stato di degrado
di Claudio Fabbri


“Il Grande Monumento alla Resistenza sito in Piazza Gramsci ad Alfonsine versa in stato di degrado ed abbisogna di un immediato intervento di riqualificazione e messa in sicurezza” – così afferma con grande preoccupazione l’avv. Claudio Fabbri, presidente del Comitato Comunale ANPI di Alfonsine.




“Già il 28 ottobre scorso, in occasione delle letture antifasciste contro la marcia su Roma indetta dall’estrema destra” – continua Fabbri –“ho avuto modo di verificare l’ammaloramento del Monumento in diverse sue parti: ci sono formelle staccate, altre che si stanno staccando, altre già rotte da tempo in cui si vede chiaramente l’armatura interna. Occorre un intervento immediato da parte dell’Amministrazione Comunale prima che qualcuno si faccia male e prima dell’arrivo dell’inverno, ormai alle porte, che renderà ancora più precario lo stato di salute del nostro Monumento alla Resistenza, uno dei più grandi visitabili in Italia”.

“In occasione della commemorazione dei defunti, il 2 novembre” - prosegue Fabbri –“ho rappresentato al Vicesindaco, Roberta Contoli, la necessità di intervenire tempestivamente. Non si tratta solo di prendersi cura del patrimonio artistico” – conclude il Presidente dell’ANPI di Alfonsine – “ma si tratta di prendersi cura dei luoghi e degli elementi che ci ricordano ogni giorno ed in ogni momento cosa sia stata la Resistenza Partigiana e quanto sia stata fondamentale per la Libertà di cui oggi ancora godiamo: in una parola, si tratta di mantenere vivi i valori della Resistenza anche attraverso la conservazione dei monumenti. Venerdì prossimo, 24 novembre, incontrerò il Sindaco di Alfonsine alla cui attenzione porterò anche questo problema”.

IL PRESIDENTE DEL COMITATO COMUNALE
Avv. Claudio Fabbri

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento