giovedì 2 novembre 2017

La mostra Goya. Follia e ragione all’alba della modernità al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo

Prorogata fino a Domenica 26 novembre


L'interesse suscitato dal genio spagnolo e dalle sue incisioni, con tantissimi visitatori anche da fuori regione, ha infatti portato il museo bagnacavallese a decidere di posticipare la chiusura della mostra, inizialmente prevista il 19 novembre.



Oggi, giovedì 2 novembre, poi, alle 18 si terrà una nuova visita guidata gratuita con Diego Galizzi, direttore del museo e curatore della mostra assieme alla storica dell'arte Patrizia Foglia. Non è necessaria la prenotazione, il ritrovo è fissato all'ingresso del museo.

Resta ancora quindi quasi un mese per ammirare le circa 220 opere grafiche di Goya esposte in mostra, che appartengono ai quattro monumentali cicli grafici - Capricci, Disastri della guerra, Tauromachia e Follie - con i quali, con l'aprirsi dell’Ottocento, l'artista aragonese ha spalancato la strada a un nuovo modo di intendere l'arte e guardare il mondo. È infatti grazie ai suoi capolavori grafici se Goya è diventato quel maestro in grado di cambiare il corso della storia dell'arte internazionale.

La mostra, patrocinata dall'Istituto Beni Culturali dell'Emilia-Romagna, è realizzata con il contributo di Edison Stoccaggio e la collaborazione di Publimedia Italia.

Goya. Follia e ragione all'alba della modernità è visitabile nei seguenti orari: martedì e mercoledì: 15-18; giovedì: 10-12 e 15-18; venerdì, sabato e domenica: 10-12 e 15-19. Chiuso il lunedì e post-festivi.

Ingresso gratuito.

Il Museo Civico delle Cappuccine è in via Vittorio Veneto 1/a a Bagnacavallo.

Per info e visite guidate per gruppi:   0545 280911
gabinettostampe@comune.bagnacavallo.ra.it
www.museocivicobagnacavallo.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento