giovedì 30 novembre 2017

Le sfide dell'innnovazione tecnologica

Convegno a Lugo

Domani, venerdì 1 dicembre alle 18 al salone Estense della Rocca di Lugo, in piazza Martiri 1, ci sarà il convegno “Industria 4.0: il futuro è oggi”, dedicato alle sfide poste dall’innovazione tecnologica, tra cui l’applicazione del piano nazionale Industria 4.0.


L’introduzione ai lavori sarà affidata a Nadia Carboni, dirigente del settore Promozione territoriale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Seguiranno gli interventi del consigliere regionale Mirco Bagnari, sulle politiche della Regione Emilia-Romagna a sostegno dell’innovazione delle imprese, e di Franco Mosconi, docente di Economia industriale all’Università di Parma, sui cambiamenti nella manifattura emiliano-romagnola.

Successivamente si potranno ascoltare testimonianze di imprenditori del territorio, con il gruppo Bucci Industries, Curti costruzioni meccaniche, Deca System, Frega e Ipm.

Le conclusioni saranno a cura di Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

“Il nostro territorio è da sempre all’avanguardia in termini di capacità di cogliere le opportunità di sviluppo, e negli ultimi anni stiamo facendo ingenti sforzi per riuscire a mettere a sistema i ruoli del pubblico e del privato, migliorando i risultati in termini di competitività territoriale - ha sottolineato il presidente Luca Piovaccari -. Questo convegno è un’interessante opportunità per capire quali siano le nuove frontiere dell’innovazione tecnologica applicata alla produzione e quali le leve che i Comuni possono muovere per incentivarla”.

“Siamo di fronte alla quarta rivoluzione industriale - ha dichiarato il consigliere Mirco Bagnari -: capire che cosa sta accadendo al mondo della produzione e della manifattura, vedere oltre le preoccupazioni, le opportunità che questa trasformazione può portare per le nostre aziende e per il territorio, è un nostro dovere come istituzioni. Con questa iniziativa vogliamo tenere vivo un dibattito culturale e un confronto concreto col mondo produttivo per individuare insieme percorsi di crescita che valorizzino le capacità e le potenzialità delle nostre aziende”.

Per l’Unione appuntamenti come questi che portano al centro del confronto temi legati allo sviluppo economico con una impronta culturale e politica, ma anche con la testimonianza diretta di chi le sfide le affronta e le supera ogni giorno, possono rappresentare la strada giusta per dare nuovi stimoli ed esperienze al nostro territorio, sottolinea la dirigente Nadia Carboni, che preannuncia per il prossimo anno la costruzione di un ciclo di iniziative dedicate alle azioni del patto strategico. A essere approfonditi saranno temi che vanno dall’innovazione sociale a quella culturale e tecnologica, dalla sostenibilità ambientale al welfare, dalle politiche del lavoro alla rigenerazione urbana, dalla semplificazione amministrativa alle politiche di sviluppo imprenditoriale, passando per la sicurezza urbana e l’attrattività del territorio.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento