giovedì 30 novembre 2017

L'influenza

Il Medico risponde
Il dott. Virgilio Ricci



Domani è il primo giorno di inverno dal punto di vista meteorologico.


Freddo , vento e umidità la stanno facendo da padroni e i malanni di stagione si manifestano sempre più frequentemente.

Tosse, febbre, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, vomito, diarrea sono i sintomi maggiormente comuni che vengono descritti e classificati come causati dall'influenza o da forme simili influenzali. 

Questi disturbi interessano colpiscono più facilmente le età estreme, cioè bambini e anziani.

Questo perchè in queste classi le difese dell'organismo sono più deboli e quindi più facilmente aggredibili dai virus e più a rischio di complicanze successive. Ciò vale anche per le persone defedate da malattie croniche.

Quindi è estremamente raccomandabile la vaccinazione, che garantisce mediamente una efficacia del 70- 80 % contro le manifestazioni cliniche della influenza, vaccinazione che è importante venga eseguita anche durante la gravidanza e l'allattamento.

La sicurezza dei vaccini anti influenzali è elevata.

Unica controindicazione sono precedenti reazioni di ipersensibilità al vaccino o ai suoi componenti.

Inoltre la vaccinazione deve essere evitata se è in corso una malattia, anche modesta.

Dopo la vaccinazione possono comparire disturbi di lieve entità quali mal di testa, dolori muscolari, stanchezza e bruciore dove è stato inoculato il vaccino. Tutti questi disturbi regrediscono nel giro di pochi giorni. 

Esistono però misure e rimedi naturali idonei a prevenire l'aggressione virale, che saranno oggetto della prossima trattazione.

Dott. Virgilio Ricci

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento