mercoledì 29 novembre 2017

Pensierino

Ma non è vergognoso l'"accordo" del centro destra?

Si parla tanto e giustamente della diaspora della sinistra, del resto è tema storico e quando si condivide che si sia sbagliato tante, troppe volte, continuare a farlo è addirittura incomprensibile.

Ma dall'altra parte? 

Le differenze tra i tre partiti sono evidentemente ben più ampie di quelle che ci sono tra i 19 gruppi della sinistra.

Un partito che si dice cattolico, Fi, con chi, Salvini, i "non italiani, vuole ricacciati a "casa loro"; un partito europeista, sempre FI, con chi vorrebbe tornare alla lira, Salvini; il partito ex movimento sociale dell'Unità Nazionale e della Patria, la Meloni, con chi vuole l'autonomia delle Regioni, Salvini.

Detto questo è fin troppo evidente che c'è qualcosa di superiore al fare politica per dare gambe alle proprie idee, la ricerca del Potere, del comandare.

Che c'è, ancora, chi non può vivere senza potere, Berlusconi, che l'ha avuto e che senza non può stare, altro che non prendere più un caffè con la Lega, altro che il dire: "On, Berlusconi lei è sfiduciato"....

Eppure fatico a capire il votare chi abbia come unico obiettivo il potere, le poltrone, dimostrandolo tanto apertamente con l'alleanza fatta.

Con l'alleanza chi vota Forza Italia vota anche Salvini.

Arrigo Antonellini   

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento