giovedì 30 novembre 2017

Pietre miliari

Ragazzi e attori professionisti con "Antigone"


Per il primo anno del progetto “Pietre miliari”, al Teatro Rossini di Lugo nelle giornate di Domenica 3 e lunedì 4 dicembre alle 21 andrà in scena lo spettacolo “Antigone”; il 4 dicembre lo spettacolo sarà replicato anche al mattino per le scuole.




“Pietre miliari” è un nuovo progetto che nasce per avvicinare gli studenti e i giovani del territorio di Lugo al mondo del teatro, attraverso un loro coinvolgimento globale entro produzioni professionali. Patrocinato dal Comune di Lugo, nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Teatro Rossini e Barbara Bovoli dell'associazione BBTheatre e ha visto l'adesione di tutti gli istituti superiori del territorio.

Il progetto è stato presentato in conferenza stampa nella sala Baracca della Rocca di Lugo. Per l’occasione sono intervenuti: Davide Ranalli, sindaco di Lugo; Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Barbara Bovoli, dell’associazione BBTheatre (promotrice del progetto); Livio Galassi e Fausto Costantini, rispettivamente regista e produttore.

“Il teatro ha voluto aprirsi nei confronti della città, una scelta che ha consentito a tante associazioni di entrarvici e farsi apprezzare - ha sottolineato il sindaco Davide Ranalli -. In questo caso valorizziamo anche le nostre eccellenze lughesi come Barbara, che dopo aver calcato tanti teatri italiani ha oggi la possibilità di esprimersi nella sua città d’origine, così come è accaduto con Carlo Vistoli per Purtimiro. Ringrazio Barbara per la tenacia e per aver realizzato questo progetto”.

“Questo progetto lega le politiche giovanili e la cultura, andando ben oltre i confini del nostro territorio e permettendo a tanti ragazzi di trovarsi sul palco insieme ad attori professionisti”, ha aggiunto Anna Giulia Gallegati, rimarcando come questo rientri a pieno titolo nelle linee programmatiche di mandato della giunta.

“Pietre miliari è un progetto nato dall’amore per la mia terra - ha dichiarato Barbara Bovoli -. Il Rossini fa una stagione di grande spessore culturale, chi come me vive a Roma si stupisce quanto sia di alto livello; da lughese, è quindi un doppio onore poter operare qui. Cercheremo di regalare ai ragazzi una pillola della grande emozione di salire sul palco. Non è il classico laboratorio, cercheremo di mettere in sinergia il teatro Rossini con altri teatri che hanno già fatti esperienze simili”.

“Il teatro è il primo ufficio e questo laboratorio consente ai ragazzi di imparare anche una professione - ha aggiunto Fausto Costantini -. Queste realtà nascono da sognatori, ma grazie a questi sogni siamo in grado di tradurre aspirazioni in professioni; sono convinto che questo progetto avrà un importante futuro”.

I ragazzi che saranno selezionati quest’anno, nel numero massimo di venticinque come attori e cinque aiuti alle maestranze, collaboreranno con la compagnia Teatroper alla messa in scena dello spettacolo Antigone di Sofocle, con Antonio Salines e Barbara Bovoli, regia Livio Galassi, traduzione Roberto Lerici.

“La regia è una stilizzazione dell’opera senza scenografie - ha evidenziato Livio Galassi -. Sofocle ha la genialità di non parteggiare per nessuna soluzione, una sospensione che ancora oggi ci pone davanti al dilemma tra la pietà umana quando si scontra con la legge”.

Il tutto è realizzato tramite l’alternanza scuola lavoro. I ragazzi potranno collaborare in vari compiti quali aiuto a: regia, tecnici di palco, direttore di sala, ufficio promozione, servizio biglietteria e prenotazioni, costumi, segretari di produzione.

Dopo aver partecipato a una conferenza sul tema "Antigone-diverse letture del mito e sua attualità", svoltasi il 30 ottobre nell'aula magna del Liceo di Lugo, i ragazzi parteciperanno a una selezione dove potranno candidarsi come attori o come aiuti alle maestranze. Coloro che saranno selezionati come aiuti saranno contattati direttamente dalla produzione, mentre coloro selezionati come attori riceveranno il copione da memorizzare in vista delle prove (con il regista il 28 e 29 novembre, assieme a tutta la compagnia il 30 novembre e l’1 e 2 dicembre).

Per lo spettacolo Antigone sono coinvolti i ragazzi di tutte le scuole superiori di Lugo (Polo tecnico professionale e Liceo).

Come anticipato da Barbara Bovoli, “il progetto Pietre miliari prevedrà nel suo sviluppo successivo un partenariato con importanti festival e rassegne teatrali italiane permettendo ai ragazzi di sperimentare a tutto tondo la vita di compagnia tramite una esperienza di residenza teatrale esterna”.

Per le prenotazioni chiamare il numero 333 85 37695 (dal lunedì al mercoledì dalle 11 alle 13 e dal giovedì al sabato dalle 16 alle 18). È possibile acquistare i biglietti in prevendita presso la sala Vincitù, in via Keplero 17 (angolo via Piratello, telefono 0545 288764).
Per ulteriori informazioni, contattare Barbara Bovoli, legale rappresentante dell’associazione BBTheatre, al numero 349 6375487, email emailbbtheatre@gmail.com.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento