sabato 18 novembre 2017

Prodi "contro" Berlusconi

Rigiochiamo la partita






Rieccolo Belusconi, rifatto dagli "estetisti", "O mi assolvono o invece di fare la punta farò il regista.

Romano Prodi, l'uomo del grande entusiasmo popolare, dell'Ulivo, del fare insieme dopo la caduta del Muro, ciascuno con le proprie identità ma insieme per il Bene Comune, del passo indietro della politica con la p minuscola, della partecipazione popolare, delle Primarie.

Ce lo dica a tutta la sinistra, non ai dirigenti, ma a noi, a tutti gli italiani, padroni del potere  costituzionale di scegliere a chi affidare la gestione della Roba Nostra, della Cosa Pubblica, dei nostri denari, delle tasse che paghiamo, che sarà necessario che governi la sinistra ed il "centro moderato".

I dirigenti della sinistra di oggi che tra loro non prenderebbero più nemmeno un caffè, figuriamoci se si mettono a sedere insieme per dividersi la torta (D'Alema: "Da soli ne mangiamo di più") gli lascino lo spazio di farlo, di dirlo; loro da Berlusconi hanno sempre perso, Prodi ha vinto.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento