giovedì 7 dicembre 2017

Gestione dei social media

Si è concluso il corso


Si è concluso nella sala del Carmine di Lugo il corso sulla gestione dei social media, dedicato al personale che si occupa di comunicazione all’interno dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e dei nove Comuni.




Il progetto formativo dal titolo “La comunicazione pubblica è social: strategie, strumenti ed esperienze” ha avuto l’obiettivo di rafforzare e migliorare la comunicazione, interna ed esterna all’Unione, attraverso l’acquisizione di strumenti e modelli innovativi di comunicazione pubblica.

“È nostra intenzione incrementare la comunicazione da parte dell’Unione e dei singoli Comuni, con un'attenzione particolare ai social network, grazie ai quali i cittadini possono dialogare con gli amministratori in tempo reale su qualsiasi tema di interesse comune - dichiara il presidente Luca Piovaccari -. L’utilizzo più massiccio dei social media, accompagnato dai canali tradizionali di comunicazione (comunque necessari per ridurre il digital divide), consente di accrescere la visibilità dell’Unione e dei suoi Comuni sul territorio, contribuendo a migliorare la qualità dei servizi offerti”.

Il corso è stato organizzato dal Servizio Comunicazione e Promozione territoriale dell’Ucbr, diretto da Nadia Carboni, che ha spiegato come i nuovi strumenti web e social abbiano profondamente modificato il rapporto e il dialogo tra enti pubblici e cittadini e siano diventati indispensabili coinvolgendo trasversalmente ogni ufficio che ha a che fare con comunicazione, informazione, rapporti con il pubblico, rapporti con la stampa, partecipazione, trasparenza, organizzazione di eventi e comunicazione interna.

“Per queste ragioni è necessario adeguare modelli organizzativi, strategie, strumenti e risorse”, conclude Piovaccari, annunciando che entro la fine dell’anno l’Unione si doterà di un social media team, “per rispondere alle esigenze odierne da parte dei cittadini, visto il flusso sempre maggiore di informazioni che viene veicolato attraverso i social media, i quali richiedono specifiche competenze per essere utilizzati in maniera professionale”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento