lunedì 18 dicembre 2017

Gli appuntamenti della nuova stagione del Teatro Binario di Cotignola

Alla sua sesta edizione


Sei spettacoli di prosa per delineare uno spaccato sulla realtà contemporanea e uno show acrobatico-musicale sono le proposte artistiche firmate Cambio Binario per la nuova Stagione che prenderà il via a gennaio sul palco del Teatro Binario di Cotignola.


La proposta teatrale 2018 che l’Associazione Cambio Binario, patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Cotignola, programma, con la Direzione Artistica di Nicoletta Ancherani, avrà inizio il 20 gennaio e proseguirà fino al 13 aprile: 7 appuntamenti (uno in doppia replica) per un panorama che attraversa la drammaturgia contemporanea, la comicità moderna e il musical.

Come da tradizione degli ultimi anni, si rinnova anche la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento alla poltrona, ovvero di garantirsi il proprio “posto” a teatro, scegliendo fila e posizione, che verrà riservato durante il corso della rassegna. Sarà possibile abbonarsi sabato 16 dicembre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, presso il Teatro Binario. Non saranno accettate, in questa giornata, prenotazioni telefoniche. L’abbonamento prevede 4 spettacoli - 20 gennaio ore 21.00 Claudio Batta in “Agrodolce”, 28 gennaio ore 17.30 Francesca Puglisi in “Ccà Nisciuno è fisso”, 4 febbraio ore 17.30 The Black Blues Brothers e 24 febbraio ore 21.00 Giuliana Musso in “La fabbrica dei preti” - e può essere completato con la scelta di altri titoli del cartellone.

“Sipario 13”, rassegna alla sua sesta edizione, aprirà sabato 20 gennaio alle 21.00, e replica domenica 21 gennaio alle 17.30, con Claudio Batta, un protagonista della comicità contemporanea, già consacrato al pubblico nazionale dal piccolo schermo, nei panni di Capocenere, l’Enigmista di Zelig Circus. Nel suo “Agrodolce” affronta l’argomento alimentazione, ironizzando sulle abitudini degli italiani a tavola.

Ancora spazio alla commedia esilarante, domenica 28 gennaio alle 17.30, con una giovane proposta che al Binario porta in scena un monologo dedicato al tema della precarietà dal titolo “Ccà nisciuno è fisso” per analizzare, con umorismo partenopeo, la sua realtà quotidiana alle prese con vicende di ‘ordinaria instabilità’. Firma la regia l’attrice e comica Alessandra Faiella.

Domenica 4 febbraio, alle 17.30, la prosa cede il passo ad uno show fatto di virtuosismi acrobatici, piramidi umane e imprevisti comici, sulle note del leggendario film The Blues Brothers. Sul palco cinque performers che, in stile americano ma con l’Africa nel sangue, inseguono i capricci di una scalcagnata radio d’epoca. “The Black Blues Brothers” faranno tappa a Cotignola dopo aver conquistato gli applausi di decine di migliaia di spettatori in tutta Europa.

Sabato 24 febbraio, alle 21.00, il palcoscenico sui binari ospiterà Giuliana Musso, attrice, ricercatrice, autrice, fra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine, premio Hystrio 2017 per la drammaturgia. Con “La fabbrica dei preti” l’artista mette in scena uno spaccato di vita nei seminari italiani degli anni '60 e prosegue quel lavoro di ricerca sociale che aiuta a ricordare e ricostruire tasselli di storie vissute, dimenticate o nascoste. Il suo è un "teatro d'indagine" che parla del passato per aiutare a capire meglio il presente, senza avere la pretesa di esprimere un punto di vista assoluto.

Nella serata della festa della donna, l’8 marzo 2018, Sipario 13 riserva al suo pubblico una commedia dai buoni sentimenti che fa amare la vita, sorridendo sui sempre presenti drammi esistenziali. “L’inquilina del piano di sopra” vede nei panni della protagonista Gaia De Laurentiis alle prese con la scommessa di rendere felice un uomo, ‘il primo che le capiti a tiro’, in questo caso Bertrand l’unico inquilino scapolo del palazzo, interpretato da Ugo Dighero.

E saranno le donne di una volta protagoniste del monologo della comica Maria Pia Timo. Il mondo femminile di un tempo a confronto con quello di oggi, tra risate, piatti preparati sul momento e musica retrò. Sono questi gli ingredienti di “Doppio brodo show - Il manuale della donna imperfetta”, la commedia scritta e interpretata da Maria Pia Timo in programma domenica 25 marzo alle 17.30. Un appuntamento in compagnia di un mondo che sta scomparendo.

A chiudere la Stagione, venerdì 13 aprile, sarà l’artista, lughese di origine ma già affermata nel panorama nazionale, Barbara Bovoli, un folletto del palcoscenico che fa dell’indipendenza la sua forza nel concepire e mettere in scena i suoi testi. Dopo il successo di Luna, presenterà anche al Teatro Binario la sua nuova fatica, dal titolo eloquente, “Arianna ha perso il filo”. Arianna è una donna, ma potrebbe benissimo rappresentare tutti noi, smarriti in un mondo senza punti di riferimento, occupati a rincorrere il capo della matassa che darà senso e sicura felicità.

La biglietteria del teatro Binario sarà aperta un’ora prima di ogni spettacolo. Per informazioni e prenotazioni ai singoli spettacoli: 373 5324106 oppure www.cambiobinario.it oppure sulla pagina Facebook di Cambio Binario. Abbonamenti a partire da 66 euro.

Il Teatro Binario si trova in Viale Vassura 18/a Cotignola

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento