sabato 9 dicembre 2017

Idee per la Provincia di Ravenna

I vincitori


Si è conclusa a Palazzo Marini di Alfonsine la settima edizione del Concorso per tesi di Laurea inedite “Idee per la Provincia di Ravenna”, una manifestazione indetta dal Centro di promozione culturale e turistica PRIMOLA di Alfonsine e Cotignola, in collaborazione con il settimanale Sette Sere, con Amare Alfonsine e da quest'anno con il decisivo contributo della ditta S.I.C.A. Plastic pipe processing machinery.



Si è inteso così dare visibilità alle migliori ricerche degli studenti, spesso ricche di progettualità e competenza, ma anche agli ambiti di lavoro dei nostri Dipartimenti universitari che possono in qualche modo interessare le aziende private e le pubbliche amministrazioni o comunque il mondo del lavoro più attento alle innovazioni e agli spazi di intervento.

Sono tre elaborati, di altrettante studentesse, le tesi che sono state premiate per l'edizione 2017.

La giuria infatti, composta da Giuseppe Masetti, Paolo Bolzani e Antonio Pirazzini, dopo aver preso visione di tutti i lavori inviati, ha deciso di assegnare un primo premio assoluto ad Eleonora Folli per una tesi di Architettura e Ingegneria edile discussa nell'Anno Accademico 2015/2016 presso l'Università degli Studi di Ferrara, dal titolo “Destinazione Campus. Riorganizzazione del polo scolastico di Lugo, attraverso la riqualificazione dell'ex acetificio Venturi” . Un'analisi accurata di un'azienda storica della città e del grande manufatto che l'ospitava, ora dismesso, in funzione delle esigenze del territorio e degli studenti in continuo aumento, nella prospettiva di un vivace campus scolastico che potrebbe rigenerare un intero quartiere.

Un secondo premio è stato assegnato ad un altro progetto di restauro sviluppato da Federica Proia in una tesi dal titolo “Porta Adriana in Ravenna e le sue adiacenze storiche: valorizzazione e restauro di un'eredità da preservare” discussa nell'Anno Accademico 2015/2016 al Corso di Laurea magistrale in Ingegneria e Architettura edile.

A condividere ex aequo questo secondo riconoscimento è stata Sofia Giulianini con una tesi discussa nell'Anno Accademico 2014/2015 al Corso di Laurea in Scienze Storiche dell'Università di Bologna dal titolo “L'eredità della Resistenza delle donne: memoria e cultura nei figli e nelle figlie delle partigiane. Il caso della provincia di Ravenna”.

Segnalazioni di merito per elaborati originali e accurati sono andate a Mattia Casadio per un progetto di restauro architettonico di Palazzo Lega a Brisighella, ad Anna Mussoni per una tesi in Biblioteconomia – Scienza del libro e del documento per la ricostruzione della storia di una famiglia attraverso gli album fotografici, ed infine a Filippo Scianò per una tesi di archeologia su alcuni resti umani scheletrici rinvenuti a Ravenna nel Borgo di San Biagio e risalenti ai secoli XVII-XIX d.C.

A consegnare i premi ai neo-laureati è stata Valeria Giacomoni, A.D. della ditta S.I.C.A. di Alfonsine, unitamente a Maria Luisa Martinez per conto del Consiglio Provinciale di Ravenna e a Mauro Venturi, sindaco di Alfonsine e rappresentante dei comuni della Bassa Romagna.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento