sabato 2 dicembre 2017

Il lavezzolese Francesco Alberoni tra gli Alfieri del Lavoro

Francesco è stato insignito del titolo insieme al Cavaliere del lavoro Federico Marchetti, fondatore di Yoox


Il lavezzolese Francesco Alberoni è tra i 26 “Alfieri del lavoro” che giovedì 30 novembre sono stati insigniti dell’alto titolo a Roma, presso il Quirinale, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.


Gli Alfieri del lavoro sono i 25 migliori studenti d’Italia (quest’anno 26 per via di due situazioni di pari merito) selezionati ogni anno in base alla media scolastica ottenuta dalla prima alla quarta superiore. Ciascuno di loro è abbinato a un Cavaliere del lavoro.

Francesco si è diplomato nel 2017 con 100 e lode al Polo tecnico professionale di Lugo, indirizzo Amministrazione finanza e marketing, e con una media nei primi quattro anni di ben 9,82. Unico Alfiere dell’Emilia Romagna, Alberoni è stato abbinato per la cerimonia a Federico Marchetti, fondatore di Yoox, originario di Ravenna e insignito del titolo di Cavaliere del lavoro.

Francesco Alberoni è nato a Ravenna il 7 febbraio 1999. Oggi è iscritto al corso di laurea triennale in management e marketing all’Università di Bologna. Al Quirinale, Francesco ha ricevuto le congratulazioni anche dal presidente della Federazione nazionale Cavalieri del lavoro Antonio d'Amato e dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda.

“È stata una grande emozione - ha commentato -. Quando ho ricevuto la lettera di convocazione non ci credevo, essere riconosciuto tra i 25 migliori studenti di tutta Italia va oltre ogni cosa che avrei potuto immaginare”.

“Vogliamo fare arrivare a Francesco le nostre più sincere congratulazioni per lo straordinario riconoscimento - hanno dichiarato i sindaci dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna -. I risultati scolastici ottenuti sono sicuramente fuori dalla media, e siamo felici che in Bassa Romagna abbia potuto trovare istituti scolastici capaci di valorizzare le sue capacità”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento