sabato 2 dicembre 2017

Immagini di sport lughese di "qualche" anno fa

La "Desmo" di Fabio Taglioni 

ING. FABIO TAGLIONI (S. Maria in Fabriago 1920 – Bologna 2001)

Figlio di un artigiano esperto riparatore di macchine agricole, laureato in Ingegneria Meccanica all’Università di Bologna nel 1948 presentando come tesi un progetto di moto da competizione 250 cc quattro cilindri a V di 90° con sovralimentazione a distribuzione desmodromica (senza molle).



Insegnante di disegno tecnico e tecnologia meccanica all’ITI d’Imola dal 48 al 53; consulente dell’Ufficio "Esperienze Motori Corse" presso la Mondial di Bologna; dirigente Ufficio Tecnico Progetti alla Ducati Meccanica dal 1955 al 1982.

E' stato l’uomo che ha contribuito in modo decisivo alla trasformazione della Ducati Moto da piccola azienda a marchio conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Constatato che le valvole che si usavano non reggevano agli alti regimi di rotazione, fu il primo ad applicare ai motori il sistema di distribuzione che aveva studiato e presentato nella sua tesi di laurea. Sistema che la casa di Borgo Panigale non abbandonerà più.

Principali risultati sportivi con i motori da lui progettati: Vittoria al Moto Giro d’Italia classe 125 e 175 (pilota Tarquinio Provini) con la Mondial e a quelli 100 e 125 con la Ducati.

Ducati: 1°class. alla Milano Taranto (100 e 125); dieci volte 1° assoluto nella 24 ore di Montujch (Spagna) classi 125/1175/250; 1° e 2° assoluto nella 200 Miglia, classe 750; Campione del Mondo classe TT1 nel 1958 e TT2, dal 1980 al 1983; Campione del Mondo Superbike 1990/91/92; a ciò vanno aggiunti vari campionati nazionali, in Italia, Germania, USA, Francia, ecc. nelle varie classi.

Il Comune di Lugo gli ha intitolato una strada.

Giornata dello Sport 1993, Taglioni (a dx) riceve il “Memorial Guido Baracca” dall’Avv. Giovanni Baracca.

Ivan Rossi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento