venerdì 29 dicembre 2017

Nuovi interventi di riqualificazione e manutenzione

Nel piano di investimenti 2018-20120





È ampio il piano degli investimenti previsti per il 2018 dall’Amministrazione comunale di Lugo. Le azioni, contenute nel Dup 2018-2020 (Documento unico di programmazione che contiene tutti gli obiettivi di governo) e presentate nelle Consulte territoriali nel corso di dicembre, si sviluppano nell'ottica di una sempre più razionale pianificazione degli interventi in relazione alla disponibilità delle risorse finanziarie, sempre minori, e ai vincoli del patto di stabilità, sempre più stringenti, ci si concentrerà sulla priorità della manutenzione del patrimonio, con particolare attenzione agli edifici scolastici.

Nel 2018 partiranno i lavori di ristrutturazione di via Traversagno, asse strategico di collegamento tra la frazione di Voltana, la discarica e Lugo, finanziata con 1 milione e 600mila euro. Sarà riqualificata via Circondario ovest, con manutenzione di via de Brozzi (400mila euro), avviata la progettazione del sottopasso di via Piano caricatore (150mila euro) - e del sottopasso a Lugo ovest (50mila euro); queste ultime due realizzazioni sono previste per il biennio 2019-2020 e avranno rispettivamente un costo stimato di 3.500.000 euro e 500mila euro.

È in fase di ultimazione il restauro dell’ala est della Rocca estense, la cui conclusione è prevista per maggio 2018 con la realizzazione del front office unico del Comune di Lugo su largo Relencini (150mila euro). Così come stanno procedendo secondo la tempistica stabilita I restauri delle facciate interne ed esterne del Pavaglione (1.400.000 euro) e di alcuni spazi di Villa Malerbi (200mila euro). Entrambi questi interventi saranno completati entro dicembre 2018. Sempre nel Pavaglione, partirà nel 2018 la progettazione per la sismica del quarto lato con la realizzazione dell’impiantistica (65mila euro). È già stato presentato lo studio di fattibilità dell’adeguamento di Casa Rossini come sede museale con l’installazione di apparati multimediali, finanziato in parte attraverso il piano museale della Regione Emilia-Romagna (30mila euro).

Sempre per quanto riguarda gli edifici scolastici, entro il 2019 saranno completati i lavori alla palestra della scuola media “Silvestro Gherardi” (100mila euro) e la manutenzione straordinaria alla scuola materna Capucci (315mila euro), mentre nel 2018 ci sarà l’ampliamento della scuola elementare Codazzi (500mila euro) e i lavori alla palestra della scuola media “Francesco Baracca” (30mila euro). per I lavori di sismica alla ex scuola Gardenghi nel 2019 sono previsti 100mila euro.

Per la manutenzione degli immobili sono stati stanziati 400mila euro nel 2018 e nel 2019 e 300mila euro nel 2020. Per la manutenzione delle strade e la ristrutturazione del centro storico, compresa la realizzazione della nuova piazza Savonarola sono stati stanziati due milioni di euro (di cui 700mila euro per piazza Savonarola).

Per la realizzazione del bacino di laminazione a Lugo Sud è disponibile un milione di euro già dal 2018. Mentre il completamento del bacino di laminazione a Lugo Ovest è previsto per il 2020 (1 milione di euro). Sempre per il contenimento del rischio idraulico sarà realizzato il fosso a Lugo sud (180mila euro) e una vasca di laminazione a Lugo nord (500mila euro).

Per la manutenzione straordinaria del sistema viario di Voltana sono stati messi a bilancio nel 2018 500mila euro. Sono messi a bilancio 100mila euro all’anno per la segnaletica, così come 100mila euro all’anno per la manutenzione del verde pubblico, compresi 5mila euro all’anno per il Parco del loto.

Infine, per la progressiva sostituzione dell’illuminazione pubblica con lampade a led a basso consumo, nel 2018 saranno stanziati tramite mutuo 500mila euro.

“Continua l’impegno di questa Amministrazione comunale nel dare ancora maggiori risposte per la riqualificazione e la ristrutturazione delle strade delle nostre frazioni e dei nostri quartieri - ha sottolineato il sindaco Davide Ranalli -. Proseguiamo con convinzione un’azione rivolta principalmente alla manutenzione e alla gestione del patrimonio pubblico, dando come sempre priorità all’edilizia scolastica, pur trovandoci in un contesto economico ancora complicato, che ci spinge ogni anno a cercare nuove soluzioni, con la volontà di cambiare la nostra città per dare sempre maggior risposte ai nostri cittadini”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento