martedì 5 dicembre 2017

Sigrid Loos, esperta di “giochi cooperativi” di passaggio allo Stoppa

«Sono ’malata’ di italianità acuta» dichiara con ironia

Digiti “Sigrid Loos” e, in mezzo secondo, compaiono 211.000 risultati che raccontano chi è questa formatrice e consulente della crescita personale, esperta di giochi cooperativi e di brain gym. 



La Loos, una laurea in pedagogia all’università di Dormund, era in un laboratorio dello Stoppa (via Baracca 62) a fare lezione ad alcune classi seconde e terze dell’indirizzo socio-sanitario, le quali si stanno preparando, in tal modo, all’alternanza scuola-lavoro e al progetto della “Città dei bambini” (comunicazione 214, sezione docenti).

A dire il vero, è stata Maria Rosa Baldini, applicata di segreteria del Polo e sua “allieva” di brain gym, a portarla a Lugo, ma lei si definisce con ironia e col suo ancora marcato accento tedesco «’malata’ di italianità acuta». Tutto è cominciato nei primi anni ‘80 del secolo scorso quando trascorse due estati per motivi di studio ad Agàpe «sopra le montagne di Torino, in un centro della chiesa valdese». L’esperienza le piacque molto, soprattutto per il clima internazionale che si respirava; lì convenivano gruppi da tutta Europa per i campi estivi. Ed è lì che ha cominciato ad apprezzare il nostro Paese e a conoscere i giochi cooperativi.

Nella vita di tutti i giorni, Sigrid abita a Rapallo (GE), però gira lo stivale «dalla Sicilia a Bressanone» e tiene corsi soprattutto per insegnanti ed animatori. Domenica 3 dicembre era a Rimini, invitata dal centro “La luna nuova”, da giovedì 7 a domenica 10 dicembre, giocherà in casa, nella “sua” Rapallo, per un corso di brain gym di quattro giorni.

La Loos, che è membro italiano della federazione internazionale di kinesiologia educativa (Edu-K), la disciplina sviluppata negli anni '70 dal dr. Paul Dennison, per migliorare l'apprendimento e le potenzialità personali nella vita quotidiana, a scuola e al lavoro attraverso l'analisi delle relazioni strutturali tra cervello e sistema muscolare/equilibrio/postura, è autrice di una decina di libri, quattro dei quali tuttora in commercio. 

Li ricordiamo: 99 e più giochi cooperativi, con Rita Vettori, Torino, Notes edizioni, 2011; Gruppo gruppo delle mie brame, sempre con Rita Vettori, EGA - Edizioni Gruppo Abele, 2011; Diversamente abili Mettiamoci in gioco, con Ute Hoinkis, edizioni Tigulliana, 2015; Giochiamo? Naturalmente!, con Laura Dell’Aquila, Torino, Notes edizioni, 2017. (gb)

Nella foto, Sigrid Loos con il libro-omaggio sulla storia dello Stoppa, edito nel 2001

Stampa questo articolo

1 commento:

  1. Grazie Prof Baldini per questo articolo. Non ero affatto consapevole che 200mila voci appaiano se si digita il mio nome. Provare per crederci!

    RispondiElimina