lunedì 11 dicembre 2017

Un grazie che viene dalla Romagna

La faentina Sara Calamelli ha vinto lo Zecchino d'Oro

Nove anni con il brano ‘Una parola magica"


Scontato ma inevitabile il commento, "Dobbiamo imparare dai bambini".

Sono 60 anni che lo Zecchino d'Oro sta dando un importante contributo perchè noi si "impari ad imparare" da loro.

Cerchiamo di fare la nostra parte, la Rai quest' anno la sua l'ha fatto.molto e bene.

Oggi è' tremendamente faticoso tenere i bambini lontano dai cellulari, da Internet, siamo praticamente disarmati nel tentativo di farlo.

Gli "esperti" non perdono occasione per raccomandare la moderazione ma nessuno che ci sappia dire come fare, se non con la repressione, che poi è spesso controproducente appena i bimbi ne hanno la possibilità.

La musica forse è l'unica cosa che può darci una mano.

A Natale regaliamo le canzoni dello Zecchino d'Oro invece del cellulare o dell'ultimo modello con più funzioni!!   

Conosco una parola magica 
Un asso nascosto nella manica
E’ come una lente
Davanti agli occhi, davanti alla mente.
E’ una parola meravigliosa
Lascia un profumo sopra ogni cosa
E’ un raggio di sole
Sopra gli sguardi, sopra le persone.
Per la pioggia sopra il fiore,
Per la neve a Natale
Per il sale, il sale dentro il mare.

Per il sangue dentro al cuore 
Con gli occhi al cielo per ogni attimo
Dì grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: grazie!
Conosco una parola magica
Ha una forza titanica
Ti fa apprezzare tutte le cose
Sia quelle belle che quelle dolorose.
Per i giorni di vacanza
Per i sogni ad occhi aperti
Per il canto e la danza
Per i volti, i volti sorridenti.
Di giorno, di notte quando non hai più forze
Col sole o la pioggia anche quando non ne hai più voglia!!!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: grazie!!!
Conosco una parola magica, un asso nascosto nella manica
C’è un cuore che batte e ribatte dietro ogni singolo grazie!

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento