venerdì 12 gennaio 2018

Gianni Parmiani

 Andiamo a Milano?


Saranno famosi.....da quanto tempo lo dicevamo che sarebbe successo, che doveva succedere per Paolo e per Gianni Parmiani diventare famosi, perchè lo sono troppi meno "bravi" di loro. Finalmente ci siamo, meglio tardi che mai, ma di tempo ce n'è tanto.


Gianni Parmiani prima a Roma, adesso è a Milano, sperando anche di rivederlo presto, in tournè a Lugo al Rossini, la strada la conosce...



Teatro dell'Elfo di Milano  

SALA SHAKESPEARE | 9 - 10 / 12 - 14 GENNAIO 2018

VA PENSIERO

di Marco Martinelli

ideazione e regia Marco Martinelli e Ermanna Montanari
scene Edoardo Sanchi
costumi Giada Masi
con la partecipazione del coro "Gli Harmonici" di Bergamo diretto dal Maestro Fabio Alberti
con Ermanna Montanari, Alessandro Argnani, Salvatore Caruso, Tonia Garante, Roberto Magnani, Mirella Mastronardi, Ernesto Orrico, Gianni Parmiani, Laura Redaelli, Alessandro Renda
produzione Emilia Romagna Teatro e Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

Una grande creazione corale, una drammaturgia di Marco Martinelli, che condivide l'ideazione e la regia con Ermanna Montanari, realizzata in coproduzione con ERT Fondazione: la "speranza" risorgimentale inscritta nella musica di Giuseppe Verdi fa da controcanto al "pantano" e alla corruzione delI'Italia di oggi.

La storia è ambientata in una piccola città dell'Emilia-Romagna all'inizio del secolo, dove un coraggioso vigile urbano non obbedisce ai poteri forti, e si fa licenziare pur di mantenere la propria integrità: l'intreccio di mafia, politica e imprenditoria "disponibile" che sta avvelenando il tessuto sociale della regione che ha visto nascere il socialismo e le prime cooperative.

Dopo Pantani e Rumore di acque, Slot Machine e Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi – che il pubblico dell'Elfo ha apprezzato e applaudito – un altro affondo di Marco Martinelli sulla patria "sì bella e perduta", raccontata attraverso i suoi inferni e i suoi gesti di ribellione: un grido disperato e ancora vibrante di speranza, perché si ritrovi il senso di parole come "democrazia" e "giustizia".


Ci siamo per far sapere cosa si fa nella Romagna Estense e cosa fanno i romandoli, lo sappiano a Milano che quel grande attore L'è ad Lug.



Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento