lunedì 22 gennaio 2018

Il cognome è ancora maschio?

Uomo o donna per me pari sono.....



Si leggono sul settimanale della Diocesi di Imola, "Il nuovo Diario Messaggero" i commenti dei ragazzi di una scuola media su una lezione tenuta dal direttore del giornale, Andrea Ferri  sul tema dei cognomi, sulla loro origine.

"Ci ha spiegato il valore della ricerca degli antenati, sugli anni in cui sono nati e morti, la storia è fatta da famiglie che hanno un cognome, abbiamo capito che attraverso le nostre famiglie siamo eredi di una lunghissima storia, sapere chi ci ha preceduti nella nostra famiglia, significa capire di più noi stessi, ognuno è in parte il frutto del proprio cognome; l'origine dei propri cognomi è affascinante perchè riusciamo a sapere qualcosa di più sul nostro passato e sulla storia della nostra famiglia"

In Spagna e nei paesi ispano americani i figli prendono sia il cognome del padre che quello della madre. 

Negli USA, come in Italia, una coppia è libera di chiamare il figlio con il cognome della madre o di aggiungerlo o anteporlo a quello del padre.

Una pratica questa del doppio cognome che non solo formalmente, dà valore aggiunto alla scelta di unirsi, donna e uomo, per dar vita ad una nuova famiglia,  e soprattutto un contributo alla conquista della parità tra i sessi.

Quasi tutte le madri mantengono il cognome della propria famiglia nella propria attività lavorativa, perchè negarlo alle loro figlie?

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento