martedì 30 gennaio 2018

Il Polo Tecnico Professionale di Lugo

Quasi 200 mila euro per una scuola equa, inclusiva e che sappia valorizzare i talenti personali


La scuola è sempre più capacità di progettazione e investimento e, da questo punto di vista, il Polo Tecnico Professionale di Lugo sta facendo la sua parte.

E’ notizia di questi giorni, infatti, che la Dirigente Milla Lacchini e il suo staff sono riusciti ad ottenere un cospicuo finanziamento di quasi 200 mila euro, frutto della approvazione, da parte della Commissione Europea, di alcuni Programmi Operativi Nazionali, meglio noti fra gli addetti ai lavori con l’acronimo PON.

C’è da perdersi fra i rigorosi codici dell’euroburocratese, tuttavia la buona notizia è che il Polo è stato autorizzato ad attuare, da luglio dello scorso anno ad oggi, cinque PON, di cui due dal titolo rispettivamente  “Inclusione sociale e lotta al disagio” e “Competenze di base”, rivolti agli alunni delle prime e seconde di tutto l’istituto, uno specifico per gli alunni delle classi 3A e 5A AFM ESABAC “Potenziamento dell’alternanza scuola lavoro – Percorsi Trasnazionali” (15 alunni delle due classi sono in procinto di partire per un tirocinio formativo presso aziende di Bordeaux- Francia) e, infine, gli alunni del triennio Meccanica meccatronica e Elettronica sezione ITI “Marconi” e delle classi del triennio sezione IPSIA “Manfredi” verranno inseriti in un percorso nazionale di “Potenziamento dell’alternanza scuola lavoro”.

«Il Programma Operativo Nazionale (PON) – si legge in una lettera che la dirigente Lacchini ha scritto alle famiglie degli alunni coinvolti nei percorsi “Per la Scuola: competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 –, è stato approvato dalla Commissione Europea a dicembre 2014. Si tratta di un Programma finalizzato al miglioramento del sistema di Istruzione, che integra investimenti finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) per la formazione e il miglioramento delle competenze, e dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per gli interventi infrastrutturali. 

Il PON “Per la scuola” 2014-2020 ha una duplice finalità: da un lato perseguire l’inclusività, l’equità, la coesione e il riequilibrio territoriale, favorendo la riduzione della dispersione scolastica e dei divari tra territori, scuole e studenti in condizioni diverse; dall’altro, mira a valorizzare e sviluppare le potenzialità, i talenti e i meriti personali, anche attraverso la promozione delle competenze trasversali degli studenti, comprese quelle di cittadinanza globale».

Al fine di presentare agli alunni e alle loro famiglie i percorsi che si intendono attivare e le opportunità offerte ai ragazzi, sono stati organizzati alcuni incontri nei giorni dell’8 e 9 febbraio. Tali incontri si svolgeranno nell’aula magna della sezione tecnica “Compagnoni-Marconi” in via Lumagni,26 secondo le indicazioni contenute nel sito scolastico www.iispololugo.gov.it. (gb)
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento