mercoledì 31 gennaio 2018

Le promesse sono uguali

Vince chi dà più fiducia


Le liste elettorali sono state presentate, oltre cento, i programmi e i candidati pure.

Se ne dicono tra loro di tutti i colori con una violenza mai sentita.

Eppure hanno prodotto regole elettorali, chi approvandole chi votando contro, che imporranno alleanze dopo il voto ed ovviamente lo sanno anche loro.

La Germania insegna, si governa solo con le coalizioni

Si presentano tutti tranne il Pd con il nome del "capo", com'è giusto che sia oggi dato che si vota la persona più che il partito. L'indice di gradimento, di fiducia nei partiti è vicino allo zero.

Chi vota, e sono sempre meno, decide quale sia il leader che dia loro più fiducia. 

"Volete voi essere governati da Berlusconi (o da chi, ad eseguire i suoi ordini), da Salvini, da Di Maio o dal Pd?

Intanto si registra che "mentono" due volte.

Con i programmi, come sempre, perchè irrealizzabili, visto che i soldi per realizzarli non ci sono e non ci saranno, come del resto dimostra il dato che siano promesse simili quelle di tutti, proprio perchè solo promesse.

E ci mentono nel gridare tutti che mai faranno alleanze, dal momento che non possono pensare di farci votare tutta la, vita.

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento