venerdì 26 gennaio 2018

Un nuovo Ospedale a "casa nostra"

Nell'Ausl della Romagna

Se nel vostro condominio, nell'azienda dove lavorate, nella scuola che frequentano i vostri figli accadesse qualcosa di importante avreste piacere di saperlo? Diciamo meglio, vi incazzereste se non ve lo dicessero?

Ne arrivano tanti di comunicati in redazione, ma non ci è arrivata ancora nessuna riga che ci informi che nella nostra Ausl si farà un altro ospedale, quanto costerà a noi e agli altri italiani di soldi pubblici e quindi di soldi nostri e a noi più direttamente per il mutuo di 20 milioni della Ausl; quale assetto, come verrà strutturata la sanità in casa nostra con il nuovo ospedale, quale ruolo avrà l'Ospedale di Lugo nel nuovo assetto......

E' arrivato invece questo comunicato dalla Consigliera Regionale Montalti e dal consigliere Zoffoli, non a caso entrambi di Cesena. 


Del resto sul tema, nel forlivese e nel cesenate ne sono state fatte tantissime di riunioni sul nuovo ospedale. 

Arrigo Antonellini


(Pd): “Pronti 100 milioni dalla Regione per il nuovo polo”.

Il Nuovo Ospedale di Cesena sarà una struttura in grado di rispondere alle moderne esigenze, organizzative e funzionali, del sistema sanitario cittadino e della Romagna

Il progetto, sulla base dello studio di pre-fattibilità, è stato illustrato in Comune a Cesena, alla presenza del Presidente Stefano Bonaccini e dell’Assessore alla sanità Sergio Venturi.

“Il nuovo ospedale di Cesena – dicono i consiglieri PD – rappresenta un investimento strategico sia per il territorio cesenate che per la tutta la realtà romagnola e sarà di certo un punto di riferimento importante per l’azienda unica e per la Comunità.

Il costo complessivo previsto per l’opera è di circa 155 milioni di euro a base d’asta.

“Lunedì la Giunta regionale ha approvato la delibera che mette a disposizione, per la costruzione del nuovo ospedale, 100 milioni di euro dal fondo sanitario regionale, mentre gli altri 55 milioni arriveranno: 20 da un presumibile ribasso d’asta, 15 da alienazioni di cespiti che si trovano nell’area Cesenate e 20 da mutui che l’Ausl accenderà in quota parte Cesenate.

Montalti e Zoffoli guardano al futuro e confermano l’efficienza del nuovo polo. “È evidente che bisogna guardare avanti e predisporre progetti che abbiano una visione di lungo periodo. Dobbiamo pensare alla sanità del futuro –concludono Montalti e Zoffoli– puntando su tecnologie ed innovazione senza rinunciare all’umanizzazione del settore.

Il percorso partecipato che ha coinvolto cittadini, professionisti, associazioni e parti sociali insieme alla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria dell’Ausl della Romagna
(dove ovviamente c'è anche la romagna Estense n.d.R.) ha rappresentato due anni di intenso lavoro dell’Amministrazione comunale e dell’Ausl

Ufficio Stampa Gruppo Partito Democratico – Assemblea Legislativa Emilia-Romagna
Tel. 051. 527.5623/ www.gruppopdemiliaromagna.it
facebook.com/gruppopdemiliaromagna
twitter.com/gruppopder

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento