mercoledì 7 febbraio 2018

I cento passi da sviluppare del PD

Riceviamo dal Pd e pubblichiamo

Ampliato l'ecobonus per gli investimenti nelle abitazioni. Introdurre 33 milioni di contatori digitali di ultima generazione per oltre due miliardi di investimento allo scopo di migliorare l'efficienza energetica in ogni edificio. 

Finanziato il progetto "Rammendo" sulle periferie per oltre due miliardi di euro coinvolgendo i comuni di ogni colore politico. Raddoppiare lo stanziamento per le periferie e le aree degradate nel corso della legislatura. 

Lanciato il progetto Casa Italia alla luce delle considerazioni di Renzo Piano. Accelerazione delle procedure nella ricostruzione delle aree terremotate. 

Inaugurate opere bloccate da anni come Variante di Valico Firenze Bologna, Salerno Reggio Calabria, Quadrilatero. Realizzare le opere ancora in ritardo come la 106 Ionica, i cantieri siciliani, la Tirrenica, la Cispadana, la Asti Cuneo, la Gronda. 

Approvato il primo piano nazionale per la Banda Ultra Larga per coprire anche le zone grigie e meno convenienti per gli operatori ma fondamentali per i cittadini. Essere leader nella diffusione del 5G. 

Inaugurate le stazioni dell'Alta Velocità di Brescia e Afragola. Accelerazione linee Milano- Venezia, Napoli-Bari, Catania-Palermo. 

Approvata la legge sulla ciclabilità. Realizzazione delle quattro ciclovie nazionali: Veneto/Torino (Vento), Grande Raccordo Anulare delle Bici a Roma (Grab), Sole, Pugliese 
Inaugurati per la "cura del ferro" 60 km di metro e tram per circa 100 nuove stazioni. Acquistare nuovi materiale rotabile e bus per dimezzare l'età media della flotta entro la fine della legislatura. 

Stanziato quasi 10 miliardi per edilizia scolastica di cui oltre la metà già spesi per più di undicimila interventi: la più grande operazione di manutenzione degli ultimi decenni. Stanziare una cifra analoga per la prossima legislatura: sulla stabilità degli edifici dei nostri figli non si può lesinare. 

Creato una unità di missione a Palazzo Chigi sul dissesto idrogeologico con sblocco finanziamenti fino a 9 miliardi di euro. Concludere i cantieri aperti a cominciare da quelli del Bisagno, dell'Arno, del Seveso. 

Stanziati i denari per la bonifica dei principali siti inquinati a cominciare da Taranto per Ilva, Casale Monferrato, Bagnoli e Terra dei Fuochi. Verificare semestralmente lo stato di attuazione dei lavori con procedure partecipate. 

Recuperati circa ventimila immobili dell'edilizia residenziale popolare bloccati dalla mancanza di manutenzione per carenza di fondi con un investimento di 470 milioni. Rilanciare un piano di illuminazione a LED del patrimonio pubblico e delle strade cittadine. 

Introdotto il processo telematico civile, riducendo i tempi della giustizia e semplificando il sistema. Estendere il processo telematico anche al processo penale. 

Introdotto il reato di omicidio stradale. Intensificare nelle scuole campagne per l'educazione stradale e sui rischi, specie per chi guida, dell'assunzione di sostanze.

Abolito il finanziamento pubblico ai partiti. Approvare una legge sulla democrazia interna e la trasparenza di tutti i movimenti politici. 
Finanziato medicinali innovativi come quelli sull'Epatite C. Aumentare i fondi nazionali per i farmaci innovativi specie nel settore oncologico e la ricerca contro le malattie rare, agevolando gli investimenti imprenditoriali della ricerca farmaceutica in Italia. 

Aumentato il Fondo Sanitario da 107 a 114 miliardi di euro. Investire sulla digitalizzazione della sanità e sul capitale umano dei professionisti della salute, riducendo le liste d'attesa sulla base del modello emiliano. 

Aggiornato dopo quasi vent'anni il nomenclatore e i LEA, livelli essenziali di assistenza. Rispettare in modo rigoroso il limite dell'aggiornamento triennale dei LEA per prendersi cura in modo più efficace di chi vive una situazione di difficoltà. 

Avviata la riduzione di quasi duemila società pubbliche, rinnovati i contratti dopo anni di blocco, affermata la trasparenza con il "Foia". Incentivare ogni tipo di strumento di pagamento digitale con particolare riguardo al progetto PagoPA che semplifica le transazioni digitali con la Pubblica Amministrazioni. 

Punito i furbetti che timbrano il cartellino e se ne vanno con il licenziamento immediato. Premiare comunque i tanti dipendenti pubblici di qualità attraverso misure di incentivazione previste dal rinnovo del contratto. 

Disciplinata la nuova normativa sul terzo settore. Ridurre il carico fiscale per le nuove assunzioni e le stabilizzazioni come già predisposto per il mondo sportivo. 

Aumentato il Fondo per la non autosufficienza, massacrato negli anni della crisi. Investimento di due miliardi di euro per rafforzare l'indennità di accompagnamento, graduando l'aumento sulla base del bisogno dei singoli. 

Realizzato Expo 2015 a Milano, nonostante le polemiche e gli scandali. Realizzare il progetto Matera Capitale europea della cultura 2019 per rilanciare e riscattare l'intero Mezzogiorno. 

Recepito in Italia le direttive volute da chi ci ha preceduto sull'Unione Bancaria. Insistere perché l'Europa sia innanzitutto un'Unione Sociale e non solo un'Unione Bancaria, attraverso il servizio civile europeo, l'assicurazione contro la disoccupazione, gli strumenti di protezione sociale. 

Aumentato gli investimenti in cooperazione internazionale dopo anni di tagli. Investimenti mirati in particolar modo in Africa alla luce del progetto "Migration Compact". 
Approvata la legge sulle Unioni Civili. Vogliamo approvare la legge sul diritto di cittadinanza per i minori nati e cresciuti in Italia. 

Realizzato per la prima volta un governo paritario con metà donne e metà uomini. Vogliamo affermare il principio concreto della parità di salario tra uomo e donna. 

Investito 270 milioni di € sui dipartimenti universitari d'eccellenza e allargato la no tax area. Vogliamo assumere diecimila ricercatori universitari di tipo B. 

Affrontato la più grave crisi sull'immigrazione riducendo gli sbarchi e lottando contro gli scafisti. Vogliamo cambiare il principio scellerato del Trattato di Dublino firmato nel 2003 che lascia la gestione dell'immigrazione ai soli Stati di approdo. 


Aumentato la capacità di spesa dei fondi europei cancellando la vergogna del passato con l'Italia che sprecava le risorse continentali.Vogliamo condizionare i fondi europei della prossima programmazione al principio di solidarietà: chi non aiuta gli altri Stati nella gestione dell'immigrazione deve rinunciare all'aiuto economico italiano nel Bilancio. 

Lottato contro il precariato nella scuola assumendo gli oltre centomila professori aventi diritto resi precari da anni. Aumentare il tempo pieno al sud e imponendo limiti inderogabili al numero degli alunni nelle classi. 

Introdotto il bonus formativo per i professori. Rinnovare il contratto in modo regolare e continuativo, con la valorizzazione del merito e delle competenze. 

Realizzato un piano di scuola digitale efficace e innovativo. Combattere la burocrazia scolastica che spesso fa passare interi pomeriggi a riempire moduli inutili a professori e personale della scuola. 

Inserito il principio "Un euro in cultura, un euro in sicurezza". Eliminazione delle spese per cultura e sicurezza dalle regole fiscali europee e dai limiti del patto di stabilità. 

Introdotto il Bonus Cultura 18 enni, il Progetto Bellezza, approvata la legge sul cinema e sullo spettacolo dal vivo, investendo oltre tre miliardi di € in cultura, sbloccato il grande progetto Pompei. Rendere strutturale questo investimento che segna una scommessa forte sull'identità culturale italiana contro chi dice: "Con la cultura non si mangia". 

Abbiamo abbassato il costo del Canone RAI da 113€ a 90€ attraverso l'inserimento del canone in bolletta e la lotta all'evasione. Scendere ulteriormente garantendo la qualità del servizio pubblico ma azzerando il canone alle categorie meno abbienti. 


Ampliato la no tax area per i dilettanti sportivi fino a 10.000€ e reso strutturale il fondo sport e periferie. Realizzare la legge quadro sullo sport, con particolare attenzione a rafforzare il binomio sport-scuola con l'intensificazione dell'educazione fisica fin dalle scuole primarie. 

Aumento finanziamento alla Commissione per le Adozioni internazionali fino a 25 milioni di euro l'anno. Modificare la legge sulle adozioni nazionali nell'arco della legislatura. 

Aumentato le risorse per il Piano Nazionale contro la violenza sulle donne fino a 30 milioni di €. Investire sulla formazione permanente e sul coinvolgimento di insegnanti nelle scuole con il sostegno delle forze dell'ordine. 

Vietata la vergognosa pratica delle dimissioni in bianco. Graduale smartworking per il periodo iniziale post gravidanza e estensione del congedo parentale. 

Firmato l'accordo di Parigi sul clima. Realizzare gli obiettivi della Strategia Energetica Nazionale e ridurre emissioni e inquinamento da plastiche, ponendo l'Italia in anticipo sugli altri Paesi nella lotta contro i rischi del cambiamento climatico. 

Ridotto il problema del sovraffollamento carcerario. Investire per fondi su nuovi carceri e su ristrutturazione carceri esistenti, valorizzando la funzione rieducativa e garantendo la certezza della pena. 

Stabilizzato il 5perMille. Garantire una più forte deducibilità fiscale a chi investe nel sociale, nella ricerca, nell'associazionismo. 

Abbattuto le tasse sul mondo agricolo a cominciare da Imu e Irap. Rilanciare battaglia su etichettatura prodotto per affermare idea del consumo consapevole e dalla tracciabilità e chiarezza della filiera. 


Introduzione della responsabilità civile dei magistrati. Riqualificazione del personale amministrativo per snellire e digitalizzare i processi. 

Lavorato con le Fondazioni sul contrasto alla povertà educativa e minorile. Affermare i nostri principi nella Children Union a livello europeo. 

Approvato il piano Industria 4.0 con risultati straordinari per la manifattura e i beni infrastrutturali. Estenderne i benefici al progetto Cultura 4.0 

Firmati i primi accordi con le grandi multinazionali del Web per far pagare le tasse in Italia su base volontaria. Far pagare alle aziende online che lavorano in Italia le stesse tasse delle aziende offline: stesse condizioni, uguali tasse. 

Introdotto l'Art Bonus con la deducibilità fiscale per chi investe in cultura. Estendere la misura a tutte le realtà culturali, anche non statali.

Approvato il Codice Antimafia. Valorizzare l'Agenzia per i Beni Confiscati per permettere una migliore gestione dei beni strappati alla mafia. 

Insediato e valorizzato l'Autorità Nazionale Anti Corruzione guidata dal Giudice Cantone. Rafforzare gli strumenti e realizzazione nell'arco della legislatura di una normativa nazionale sulle lobby. 

Realizzati 33 miliardi di risparmi con la revisione della spesa attraverso centralizzazione acquisti e revisione capitoli di spesa. Recuperare un punto di PIL nell'arco della prossima legislatura attraverso la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. 

Iniziato a governare con la disoccupazione al 13% e adesso siamo scesi sotto l'11%. Vogliamo scendere sotto il 9% nell'arco della legislatura. 

Iniziato a governare con la disoccupazione giovanile al 44% e adesso siamo scesi al 32%. Vogliamo scendere sotto il 20% nell'arco della legislatura. 

Iniziato a governare con 22 milioni di occupati e ora siamo a quota 23 milioni di occupati. Vogliamo arrivare a quota 24 milioni di occupati nell'arco della legislatura. 

Iniziato a governare con il PIL stabilmente negativo intorno al -2% e oggi siamo a oltre +1.5%. Vogliamo portare il PIL a una crescita superiore al 2% 

Stabilizzato il rapporto debito/PIL dopo anni di crescita selvaggia. Vogliamo ridurlo gradualmente portando nei prossimi dieci anni il rapporto debito/PIL dal 132% al 100%. 
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento