martedì 6 febbraio 2018

I concerti di Suono antico tornano all'Auditorium Corelli

A Fusignano


La rassegna dedicata alla musica ricomincia da venerdì 4 maggio con quattro concerti



Parte venerdì 4 maggio la tradizionale rassegna primaverile del “Suono antico”, giunta alla ventitreesima edizione, che prevede quattro concerti all’auditorium “Arcangelo Corelli” di Fusignano, in vicolo Belletti 2.

La programmazione prenderà il via il 4 maggio con gli Harmonicus Concentus in “La decima musa: composizioni a tavola”. Il pubblico ascolterà le musiche di Telemann, Biber, Schein per archi cembalo e tiorba. Il concerto è dedicato alle allusività gastronomiche in musica, da banchetti e mense ai pranzi regali, tutto il corredo che la cucina offre alla musica, in un rapporto di ambiguità che si gioca tra la fame atavica e proverbiale del musicista e lo sfarzo delle tavole apparecchiate per il palato di re, principi e cardinali.

La serata di venerdì 11 maggio è riservata all’omaggio a Gioacchino Rossini, nell’anno del 150esimo anniversario dalla morte. Protagonista del concerto sarà l’Ensemble Mariani con soprano, pianoforte, flauto, violino, viola e violoncello. L’appuntamento renderà omaggio a Rossini e ad alcune musiche che scrisse in giovanissima età, quando soggiornava in Romagna, come le celebri “Sonate a Quattro”.

L’Ensemble proporrà una versione cameristica di alcune delle sue più celebri composizioni tra cui “Una voce poco fa” dal Barbiere di Siviglia, “Di tanti palpiti” dal Tancredi, “Cruda sorte” da L’italiana in Algeri. Tutti i brani saranno interpretati dalla soprano Daniela Bertozzi. A questi si alterneranno alcune sinfonie riadattate per l’occasione dall’Ensemble Mariani e riproposte al pubblico alternando alla musica il racconto di curiosità e aneddoti sui pezzi.

Venerdì 18 maggio spazio a “Dal Barocco ai giorni nostri”, recital per violino e pianoforte con musiche di Corelli, Bach e Schubert. Katia Ghigi al violino e Michele Rossetti al pianoforte propongono diversi brani, come la Sonata di Bach, la Sonata in re minore di Corelli, padre del violinismo moderno, la Sonatina in re maggiore di Schubert, per poi concludere con lo Scherzo per la Sonata Fae di Brahms e le Danze Romene di Bartok.

Infine, venerdì 25 maggio conclude la rassegna “Sospetto, tradimento e gelosia, ovvero la parabola delle corna nella musica tra Sei e Settecento”. Il concerto tratta il tema del tradimento, tra gli argomenti principali del duello amoroso tra Sei e Settecento, con brani come il Lamento di Arianna di Monteverdi e la Lena di Giulio Cesare Rubino. Per l’occasione si esibirà l’Ensemble Festa Rustica con soprano, flauto dolce, violoncello, tiorba e clavicembalo.

Tutti i concerti iniziano alle 21. L’ingresso per ogni serata costa 8 euro. Per ulteriori informazioni, contattare i numeri 0545 955653 e 0545 955668.
La rassegna musicale è organizzata da Comune di Fusignano e Ensemble Mariani, in collaborazione con la Pro Loco di Fusignano, Auser e Agis, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Bcc, Fondazione Cassa di Risparmio, Hera e Conad.
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento