mercoledì 14 febbraio 2018

Il Pd e la sicurezza

Riceviamo e pubblichiamo

A differenza delle forze politiche che speculano su episodi criminosi, per il Partito Democratico la sicurezza e la legalità non sono bandierine da sventolare all’occorrenza e, tanto meno, sono vecchi slogan da utilizzare per fomentare la paura e il disagio.


Dal 2013 a oggi, grazie ai governi a guida PD, per il settore della sicurezza sono arrivati: il riordino delle carriere, gli 80 euro, il turn over al 100%, il piano di assunzioni straordinario e lo sblocco dei tetti salariali che era stato introdotto da Brunetta per un totale investimenti pari a 7 miliardi di euro.

Ciò premesso, il Partito Democratico lughese, di fronte a fatti che riteniamo molto gravi e che condanniamo con fermezza, ripone nel Prefetto e nelle forze dell’ordine – attori deputati al mantenimento della sicurezza nel nostro territorio - la stessa fiducia delle istituzioni cittadine. 


Condividiamo pertanto la decisione del Sindaco Ranalli di chiedere al Prefetto, unitamente ai Sindaci dell’Unione, una riunione straordinaria del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica al fine di chiarire tutti gli aspetti della rapina avvenuta sabato scorso all’Eurospin e verificare, come ha dichiarato il Sindaco, quali ulteriori misure si possono mettere in atto per scongiurare il ripetersi di simili azioni.

Da ricordare il notevole lavoro di squadra compiuto in Bassa Romagna da amministrazioni pubbliche, forze dell’ordine e cittadini impegnati nelle varie forme di rappresentanza, e gli investimenti fatti dall’Unione come l’assunzione di 10 nuovi vigili urbani e i 250 mila euro stanziati per dotare il nostro territorio di 14 varchi che permetteranno una maggiore prevenzione nei confronti di chi intende delinquere.

Qualcuno sostiene che i reati siano diminuiti “solo in teoria”, smentendo quindi il Prefetto: i dati dimostrano, in realtà, che chi parla di escalation senza fine di episodi di violenza specula deliberatamente su una scorretta informazione al cittadino, che meriterebbe più rispetto, gettando discredito sull’impegno quotidiano delle forze dell’ordine.

L’invito del Partito Democratico lughese nei confronti delle altre forze politiche è quello di una maggiore responsabilità nel trattare tematiche così delicate e di evitare che si strumentalizzino fatti di cronaca per aumentare l’insicurezza percepita dai cittadini e trarne vantaggi elettorali.

Partito Democratico
Unione comunale Lugo

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento