sabato 24 febbraio 2018

Il teatro

Abbiamo fatto i Fricandò e i Mèllotzentnuvantot, E' papagal e La Guera Granda... 
di Gianni Parmiani



Il teatro è come la vita: bella anche perché varia.


Don Camillo




Io credo che ci sia spazio per tutti i generi e tutti i gusti, però credo anche che, amandolo dal profondo, il Teatro non possa e non debba esimersi dall'essere specchio ustorio, capace (da millenni) di incendiare gli animi e nel quale guardarsi e riconoscersi. 

Perché il Teatro, ha detto qualcuno ben più importante di me (Peter Brook), per essere davvero pregnante deve mostrarsi un acido, una lente di ingrandimento, un riflettore o un luogo di confronto... 

Anche nel nostro piccolo (ad esempio) abbiamo fatto i Fricandò e i Mèllotzentnuvantot, E' papagal e La Guera Granda... perché la commedia e la tragedia sono le due facce di una stessa medaglia che si chiama vita e il teatro (leggero, drammatico, di narrazione, d'innovazione, classico, impegnato, civile, politico o d'evasione...) sempre a e da sempre la rappresenta.

Gianni

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento