venerdì 9 febbraio 2018

In netto aumento il numero delle donazioni di organi

Riceviamo e pubblichiamo 

Claudia Montanari, presidente Aido Bassa Romagna, commenta positivamente i dati a livello nazionale. Il 20 febbraio 2018 assemblea ordinaria intermedia del gruppo intercomunale.

I dati pubblicati dal Centro nazionale trapianti registrano percentuali in crescita per quanto riguarda gli interventi (+6%) e i donatori (+9%), mentre calano le opposizioni e diminuiscono per il secondo anno i pazienti in lista d’attesa.

Per l'Aido  è sicuramente un risultato positivo, quello del 2017, che non si era mai registrato nel settore dei trapianti negli ultimi dieci anni. E a crescere non sono solo i numeri sulle donazioni e i trapianti di organi, tessuti e cellule ma un’intera rete sanitaria e a beneficiare di questo trend positivo sono i pazienti in lista di attesa che registrano un calo.

Claudia Montanari, presidente Aido Bassa Romagna, sottolinea che questo trend in crescita sia soprattutto da considerare come il frutto del lavoro di sensibilizzazione svolto in maniera capillare dai volontari dell'associazione. A tal proposito Montanari ricorda che, proprio a Conselice, Comune che rientra nella rete delle amministrazioni dell'Aido,  arriva la nuova carta di identità elettronica (CIE).

La postazione è installata presso lo sportello dei Servizi Demografici di Conselice, in via Garibaldi n. 4, e presto ne sarà dotata anche la delegazione di Lavezzola. La nuova carta di identità elettronica, in sintesi, è il documento personale che attesta l'identità del cittadino, è realizzata in materiale plastico, è dotata di avanzati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare.

La foto è stampata al laser, per garantire un'elevata resistenza alla contraffazione. Inoltre, è conforme alle norme comunitarie previste per i documenti di viaggio nei paesi dell'Unione. "Grazie a questa scelta - commenta la presidente dell'Aido - in comune si sono triplicati i consensi.

Occorre, però, lavorare ancora molto su tutte quelle persone che non scelgono, perché la non scelta è la scelta di un famigliare che vive nel dolore e, molte volte, si dice no alla donazione perché è già difficile accettare la morte". Il momento opportuno per dare informazioni e risposte ai cittadini sarà il 20 febbraio prossimo, giorno in cui è convocata l'assemblea ordinaria intermedia del gruppo intercomunale della Bassa Romagna. L'incontro si terrà a Lugo presso la sede di Corso Matteotti n. 3, scala B, 2°piano, alle ore 20,30.

L'addetto stampa, Rosanna Santagata


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento