giovedì 22 febbraio 2018

La Ferrari, Mattarella e i fratelli Parmiani

Il Centenario della morte di Baracca


Riceviamo dal Comune e pubblichiamo:

Un anno dedicato a Francesco Baracca. Il 2018 vedrà infatti diversi appuntamenti organizzati in onore dell’asso dei cieli a cento anni dalla sua morte, avvenuta appunto il 19 giugno 1918.

La città di Lugo vuole infatti celebrare Baracca, con iniziative volte a valorizzare la storia e la figura di un personaggio cruciale per la storia del Novecento italiano e dell’aviazione. Le celebrazioni saranno inoltre l’occasione per far conoscere Lugo a un pubblico di livello nazionale e ad appassionati di aeronautica di tutto il mondo.

Il 2018 sarà inoltre l’ultimo anno di celebrazioni per il centenario della fine della Grande guerra, e non mancheranno le iniziative condivise con altre città legate inscindibilmente alla storia di Francesco Baracca, come Nervesa della Battaglia (Tv), città gemellata con Lugo, dove il pilota lughese trovò la morte.

Le iniziative in programma, che si svolgeranno lungo tutto l’anno coinvolgendo il tessuto associativo lughese, culturale e sportivo, sono autorizzate dal Comitato per le celebrazioni del 100esimo anniversario della morte di Francesco Baracca, insediato nel luglio scorso. Il Comitato è presieduto dal sindaco di Lugo Davide Ranalli e diretto da Daniele Serafini, responsabile delle attività espositive del Comune di Lugo e direttore del Museo “Francesco Baracca”. 

E' composto dalle istituzioni e dalle associazioni legate al mondo dell’aviazione ed è stato creato in forte sinergia con l’Aeronautica militare italiana, che ha dato la propria disponibilità a partecipare nella persona del tenente colonnello Luca Carapellese. Ne fanno parte l’assessore alla Promozione urbana Pasquale Montalti, l’assessora alla Cultura Anna Giulia Gallegati e i rappresentanti dell’aeroclub “Francesco Baracca”, dell’Unuci di Lugo, delle associazioni “La Squadriglia del Grifo”, Asso Arma, Arma Aeronautica, Storia e memoria della Bassa Romagna, Lions Club e Rotary Club Lugo.

Ecco gli appuntamenti previsti in occasione del centenario. Per ricordare la figura di Francesco Baracca, sabato 24 febbraio Paolo Varriale presenterà nel Salone estense della Rocca il suo volume dal titolo Seguendo il Cavallino di Baracca. La 91ª Squadriglia nella Grande Guerra di Paolo Varriale (2018, Museo Baracca). Venerdì 9 marzo alle 20.45 il Salone estense ospita la conferenza “Dagli assi francesi della Prima Guerra Mondiale al futuro dell’aviazione” con l’ingegnere Alexandre Fournier. Conducono Mauro Antonellini e Claudio Conti. L’iniziativa è in collaborazione con l’associazione gemellaggi “Adriano Guerrini”. Sabato 10 marzo alle 16.30, sempre nel Salone estense, presentazione della graphic novel Baracca e il Barone di Alberto Guarnieri, Paolo Nurcis e Luca Vergerio (2017, Edizioni Segni d’Autore).

Venerdì 4 maggio dalle 15 alle 17 arriva il Motogiro con visita al Museo Baracca in compagnia del Motoclub Terni e in collaborazione con Motor Valley e Ducati. Mercoledì 9 maggio alle 21 ci si sposta a Ravenna, nel Circolo Ravennate e dei Forestieri (via Corrado Ricci 22), con l’incontro dal titolo “Scultura monumentale in Romagna: dal Fante che dorme al Monumento a Francesco Baracca” con lo storico e professore dell’Università di Bologna Roberto Balzani.

Giovedì 10 maggio il teatro Rossini ospita alle 21 “Francesco Baracca. L’Ala che volava incontro al sole”, lettura a due voci di e con Gianni e Paolo Parmiani. Si esibiranno anche Nicola Nieddu al violino e Antonio Cortesi al violoncello. Sabato 12 maggio alle 10 spazio alla presentazione e inaugurazione del riallestimento del museo “Francesco Baracca”, previsto nel Saone estense e nel museo stesso. Sabato 12 e domenica 13 maggio all’aeroclub di Villa San Martino ci sarà “Io volo come Baracca”, il raduno di biplani. Sabato 19 maggio alle 18 Paolo Varriale torna nel Salone estense per presentare la biografia aggiornata su Baracca, scritta da lui (2018, Edizioni Ufficio Storico Aeronautica Militare). Sabato 26 maggio alle 9 la Croce Rossa Italiana inaugura, nella sua sede di Lugo in viale Orsini 17, la sala museale. Seguiranno una conferenza sulla presenza a Lugo di ospedali Croce Rossa e il concerto della Banda della Croce Rossa.

Lunedì 28 maggio alle 20.30 al Teatro Rossini Paolo Dirani e Mauro Landi faranno un tributo al pianoforte a Claude Debussy nel centenario della sua morte. Il Chiostro del Carmine, inoltre, ospita le letture di E se brucia anche il cielo di Davide Rondoni. A giugno Piero Deggiovanni e Valeria Roncuzzi presenteranno il loro libro Francesco Baracca. Dal mito al logo (2018, Minerva Edizioni), in collaborazione con Caffè Letterario. Domenica 17 giugno a Nervesa della Battaglia, ci sarà la cerimonia solenne per Francesco Baracca con motoraduno. Martedì 19 giugno, giorno della morte di Baracca, dalle 9.30 alle 12 ci sarà la cerimonia solenne alla presenza di autorità dello Stato con visite guidate. Nello stesso giorno via Baracca ospita la Festa gastronomica a cura del Motoclub dalle 19 alle 23.

Le celebrazioni continuano poi sabato 23 giugno con alcune iniziative ciclistiche a Lugo e Nervesa della Battaglia. Anche quest’anno, inoltre, tornano le Frecce Tricolori sul lungomare di Punta Marina con la manifestazione “Valore Tricolore”, prevista per sabato 30 giugno e domenica 1 luglio.

Tante anche le mostre in programma. Dal 9 maggio al 23 giugno la biblioteca “Fabrizio Trisi” di Lugo ospita la mostra fotografica e documentaria con catalogo “Inediti dal Fondo Baracca” a cura di Laura Orlandini. L’inaugurazione è mercoledì 9 maggio alle 17.30. Dall’1 al 24 giugno nelle Pescherie della Rocca ci sarà la personale di Omar Galliani “Omaggio al Volo e a Baracca”, mentre dal 2 al 24 giugno l’oratorio di Sant’Onofrio ospiterà l’esposizione del sarcofago di Francesco Baracca e la mostra fotografica sui funerali. Dal 20 al 30 settembre spazio alla mostra sul tema del volo a cura dell’associazione “Una Passione in moto” in programma alle Pescherie della Rocca, dove dal 3 al 18 novembre è invece prevista la mostra della donazione Pezzi-Siboni sulla Grande Guerra, a cura di Isrec Ravenna. L’inaugurazione è sabato 3 novembre alle 17.

Sono inoltre in corso contatti con la Ferrari per definire le modalità di partecipazione della scuderia di Maranello alle celebrazioni.

Il logo del centenario della morte di Francesco Baracca è stato donato da Wap Agency di Lugo e realizzato dalla designer grafica Natascia Zoli.




Un lungo elenco come sempre accade a Lugo: quantità, ma la qualità dove?

Dove per qualità, parlando di Baracca, ci si deve riferire ovviamente ad iniziative che siano all'attenzione di tutto il Paese.

Giusta anche la quantità, che non guasta mai, perchè nel caso il nome di Baracca è legato a tantissime persone impegnate a Lugo, in modo volontario, "nel fare". 

Ma anche la grande qualità, appunto, necessaria, mai come per questo anniversario.

Spiccano tre nomi.

In primo luogo quello della Ferrari, con il matrimonio tra il lui, Baracca, e la lei, la Ferrari; il Cavallino sulle Ferrari che è il nostro punto di eccellenza "per fare il salto, il volo".

Poi quello del presidente della Repubblica, la cui presenza a Lugo è "strategica".

Infine Gianni e Paolo Parmiani, il cui spettacolo, nell'occasione necessita della presenza dei grandi media nazionali, non solo sulla carta ma anche sui teleschermi.

E' la nostra occasione per la scalata a quel rango "alto" che Lugo merita.


Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento