lunedì 5 febbraio 2018

Nasce la rassegna artistica itinerante Ceci c'est pas Corelli

A Lugo



La tappa a Lugo si terrà al teatro Rossini il 5 aprile e porterà in scena Il Barbiere di Siviglia,
in omaggio a Gioachino Rossini nel 150esimo anniversario della morte.
Nasce “Ceci n’est pas La Corelli”, cartellone itinerante che unisce musica, cinema e teatro e che prevede venti appuntamenti tra febbraio e maggio dislocati a Lugo, Faenza, Ravenna, Cesena, Cervia, Argenta e Bibbiena (Ar).

Il cartellone, come da titolo, intende presentare l’essenza della cooperativa musicale “LaCorelli”. La musica costituisce il cuore pulsante della programmazione che prevede tre temi: “Ceci n’est pas Musique”, “Ceci n’est pas un Concert”, “Ceci n’est pas Teatre”. Ciascun tema prende corpo tra la prima rivoluzione industriale e i nostri giorni, e intende proporre l’arte come momento culturale che non esclude a priori l’intrattenimento. Il filo che lega tra loro i quattro temi è la musica applicata alle immagini.

“Ceci n’est pas Musique” è un percorso cronologico a ritroso della musica applicata, dai grandi classici del cinema alla sinfonia a programma. Per questo tema, verranno portati in scena: “Pianse ed Amò per tutti”, omaggio a Giuseppe Verdi; il concerto per la passione di Cristo “Stabat Mater di Pergolesi”; il concerto di Pasqua “Exultate Jubilate!”; “Star Wars and more”, incentrato sulle grandi colonne sonore.

“Ceci n’est pas un Concert” mescola musica e parole plasmando lo stile musicale in funzione dell’espressività: un tributo ai generi e agli autori che hanno cavalcato l’evoluzione della musica leggera, ma anche ai capi saldi della musica d’arte, riletti in diversi generi musicali. Gli appuntamenti di questo filone saranno “Canzonissima”, omaggio alla musica italiana, e “Trazom”, diversi stili su Mozart.

Il quarto filone, “Ceci n’est pas Teatre”, vuole creare un teatro “prêt-à-porter” unendo grandi autori come Shakespeare o Goethe con la musica e la lirica. Questo tema è particolarmente rivolto agli studenti, che al termine dello spettacolo potranno interagire con gli artisti sul palco. In scena “Il Barbiere di Siviglia”, “Cavalleria rusticana”, “Lo Schiaccianoci” e “Il Carnevale degli animali”.

La rassegna inaugura il 10 febbraio al teatro comunale di Cervia con “Il Carnevale degli animali”, che sarà replicato anche il giorno successivo a Ravenna, all’ospedale Santa Maria delle Croci; poi ancora Cervia con “Trazom” (17 febbraio), “Lo Schiaccianoci” (24 febbraio) e “Cavalleria rusticana” (4 marzo). In cartellone importanti teatri come l’Alighieri di Ravenna, il Teatro dei fluttuanti di Argenta, il teatro “Dovizi” di Bibbiena, il teatro “Alessandro Bonci” di Cesena e il “Masini” di Faenza. Altri luoghi saranno la Sala Fellini e pinacoteca comunale di Faenza, il Palazzo dei congressi e gli antichi chiostri francescani di Ravenna, l’abbazia di San Fedele (Ar).

La tappa lughese si terrà al teatro Rossini. Giovedì 5 aprile alle 21, in occasione del 150esimo anniversario della morte di Gioachino Rossini, andrà in scena “Il barbiere di Siviglia”, diretto da Jacopo Rivani, con regia e scene di Lorenzo Giossi. La pièce sarà riproposta anche il 6 aprile alle 10.30 adattata in atto unico per le scuole. Il costo del biglietto è di 10 euro (posto unico).

Il programma completo è disponibile sul sito www.lacorelli.it.

Il direttore artistico della rassegna è Jacopo Rivani, classe 1989, già diplomato in tromba, e laureato a pieni voti in direzione d’orchestra sotto la guida del maestro Manlio Benzi.

LaCorelli nasce nel 2009 come associazione culturale formata da una piccola compagine di giovani musicisti animati da una passione comune e si costituisce ufficialmente società cooperativa nel gennaio 2015. È composta da Alfredo Branzanti (presidente), Nicolò Grassi, Nicola Nieddu, Jacopo Rivani, Matteo Ricci, Gemma Galfano, Antonio Cortesi, Valentina Silingardi, Federica Zanotti, Luca Gatti, Francesco Brandoli, Valentina Golfari, Luca di Chiara.

La rassegna è organizzata dalla cooperativa musicale “LaCorelli”. La serata al Rossini è organizzata con il patrocinio del Comune di Lugo.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento