venerdì 9 febbraio 2018

Piani energetici e comunità solari, la situazione nella Romagna Estense

Oggi ad Alfonsine


Quali sono i risultati a 4 anni dall'entrata in vigore dei piani d'azione per l'energia sostenibile? Legambiente e Bellalfonsine ne parlano domani ad Alfonsine con Leonardo Setti




Quali sono i risultati dei piani energetici nella “Bassa Romagna”? Sono stati raggiunti gli obiettivi di riduzione delle emissioni e di efficientamento energetico di abitazioni, uffici, unità produttive? Quanti cittadini hanno ristrutturato le loro abitazioni o adottato energie rinnovabili? Legambiente e Bellalfonsine ne parlano con Leonardo Setti dell'Università di Bologna Oggi, venerdì 9 Febbraio alle 20:45 a Palazzo Marini ad Alfonsine.

Nel 2014 l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha varato il piano energetico e i “piani d'azione per l'energia sostenibile” che individuano una serie di obiettivi ambiziosi per il miglioramento del rendimento energetico di abitazioni e siti produttivi, l'adozione di misure per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Per raggiungere gli obiettivi dei piani energetici è necessaria una forte mobilitazione e adesione da parte della cittadinanza e delle aziende in quanto molte delle misure necessarie riguardano direttamente le azioni dei singoli più che gli interventi da realizzare su edifici pubblici.

In altri centri abitati l'adozione di questi piani ha poi portato alla realizzazione di “comunità solari”, gruppi di acquisto e organismi in grado di consigliare e indirizzare i cittadini nelle scelte necessarie.

Com'è la situazione nella Bassa Romagna? Dopo il flashmob dei giorni scorsi in stazione per rilanciare i temi della mobilità sostenibile al grido di +treno-auto=+salute-smog, Legambiente e Bellalfonsinehanno deciso di organizzare un appuntamento a Alfonsine per discutere assieme a Leonardo Setti(Università di Bologna) dei risultati ottenuti in questi anni e delle prospettive per i cittadini: per capire quali interventi è possibile realizzare e i relativi costi, partendo dall'esperienza di altri comuni in cui questi progetti sono già partiti da tempo.

L'ufficio Stampa 348-3697503
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento